Chicago Board Options Exchange

Il Chicago Board Options Exchange (CBOE), situato a 400 South LaSalle Street a Chicago, è la più grande borsa di opzioni statunitensi con un volume di scambi annuo che si aggirava intorno a 1,27 miliardi di contratti alla fine del 2014.[1] CBOE offre opzioni su oltre 2.200 società, 22 indici azionari e 140 fondi negoziati in borsa (ETF).

Il Chicago Board of Trade ha istituito il Chicago Board Options Exchange nel 1973. La prima borsa a quotare opzioni su azioni standardizzate e negoziate in borsa ha iniziato il suo primo giorno di negoziazione il 26 aprile 1973, per celebrare il 125º compleanno del Chicago Board of Trade.[2][3] Il CBOE è regolamentato dalla Securities and Exchange Commission e di proprietà di Cboe Global Markets.[4]

Contratti offertiModifica

Il CBOE (e altri scambi di opzioni nazionali) offre opzioni su quanto segue e altri:

Il CBOE calcola e diffonde l'indice di volatilità CBOE (VIX), CBOE S&P 500 BuyWrite Index (BXM) e altri indici.[5]

NoteModifica

  1. ^ (EN) CBOE Market Stats (PDF), su cboe.com, Chicago Board Options Exchange, p. 4. URL consultato il 3 maggio 2021 (archiviato dall'url originale il 4 maggio 2020).
  2. ^ (EN) Jerry W. Markham, Options Exchange Opens On Parent's Anniversary, in A Financial History of the United States, M. E. Sharpe, 2002, p. 52. URL consultato il 6 settembre 2020.
  3. ^ (EN) History, su cboe.com, Chicago Board Options Exchange. URL consultato il 6 settembre 2020.
  4. ^ (EN) Poitras, G., Handbook of Research on Stock Market Globalization (Cheltenham: Edward Elgar Publishing, 2012), p. 248.
  5. ^ (EN) Warner, A., Options Volatility Trading: Strategies for Profiting from Market Swings (New York: McGraw Hill Professional, 2009).

Collegamenti esterniModifica