Apri il menu principale

Chiesa di Santa Maria Maddalena (Bordighera)

edificio religioso di Bordighera
Chiesa di Santa Maria Maddalena
Bordighera-chiesa santa maria maddalena1.jpg
StatoItalia Italia
RegioneLiguria
LocalitàBordighera
ReligioneCristiana cattolica di rito romano
TitolareMaria Maddalena
Diocesi Ventimiglia-San Remo
Consacrazione1617
Stile architettonicorococò
Inizio costruzioneXVII secolo
CompletamentoXVII secolo

Coordinate: 43°46′49.91″N 7°40′25.35″E / 43.780531°N 7.673708°E43.780531; 7.673708

La chiesa di Santa Maria Maddalena è un luogo di culto cattolico di Bordighera, in provincia di Imperia, situato in piazza del Popolo nel centro storico. La chiesa è sede della parrocchia omonima del vicariato di Bordighera e Valle Nervia della diocesi di Ventimiglia-San Remo. La chiesa fa parte degli immobili tutelati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici della Liguria.[1]

Indice

Cenni storici e descrizioneModifica

Eretta nel XVII secolo antistante la piazza del Popolo, fu consacrata nel 1617 e in seguito ristrutturata nel 1866 abbellendola con nuove decorazioni in stucco e oro zecchino. Secondo i racconti locali i lavori di ristrutturazione furono pagati dagli stessi abitanti, grazie alla donazione spontanea di vari monili consegnati al parroco e successivamente fusi.

Tra il 1881 e il 1883 vi fu un secondo restauro e sembra che il parroco, padre Giacomo Viale, a causa delle ridottissime disponibilità economiche, sollecitò impresari, artisti e uomini di cultura a partecipare, in vario modo, ai lavori di restauro dell'edificio religioso. È grazie a una lettera degli impresari Mombelli e Bulgheroni, che si è appreso dell'invio delle piantine della chiesa a Charles Garnier. Senza dati certi si può forse supporre che Garnier partecipò con dei semplici consigli al restauro della chiesa, ma non si conoscono con certezza i dettagli.[2]

La facciata, decorata con stucchi in stile rococò, è del 1906.

Al di sopra del portale è presente un affresco raffigurante la Maria Maddalena, opera del 1742 di Giacomo Raimondo e in seguito rifatto nel 1922 da Luigi Morgari. Gli stucchi, datati al 1670, sono opera di Francesco Marvaldi membro della famiglia dei Marvaldi di Candeasco presso Oneglia, architetti di grande fama all'epoca.[3] Il lampadario posto al centro della volta è dono della regina Margherita di Savoia.

Sull'altare maggiore è presente una statua in marmo del XVIII secolo, la Maddalena in Gloria, disegnata da Filippo Parodi e forse scolpita dal figlio Domenico Parodi tra il 1714 e il 1717. La statua lignea della Madonna del Rosario del 1702 è invece collocata sull'altare del Rosario, mentre la celebre statua in cera in cui sono poste le reliquie di sant'Ampelio - patrono di Bordighera - è posizionata nel secondo altare sulla destra della chiesa.

Il campanile, separato dalla chiesa, svetta sopra una loggia del tardo medioevo, dominando il profilo della Città Vecchia con la guglia decorata con tegole di maiolica dipinta. Anticamente fu una torre di avvistamento medievale, usata dagli abitanti per scorgere nel mare eventuali imbarcazioni piratesche, frequenti nel periodo. La torre fu in seguito sopraelevata e trasformata nel XVIII secolo nell'attuale campanile.

Galleria d'immaginiModifica

NoteModifica

  1. ^ Copia archiviata (PDF), su sbapge.liguria.beniculturali.it. URL consultato il 19 settembre 2015 (archiviato dall'url originale il 24 settembre 2015).
  2. ^ Andrea Folli e Gisella Merello, Charles Garnier e la Riviera, ISBN 88-8163-164-4
  3. ^ [1]

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica