Chris Adler

batterista statunitense
Chris Adler
2015 RiP Lamb of God - Chris Adler by 2eight - 3SC5483.jpg
Chris Adler, 2015
NazionalitàStati Uniti Stati Uniti
GenereGroove metal
Thrash metal
Death metal
Periodo di attività musicale1990 – in attività
StrumentoBatteria
EtichettaRoadrunner Records
Gruppi attualiNitro
Gruppi precedentiLamb of God, Megadeth
Sito ufficiale

Chris Adler (Richmond, 23 novembre 1972) è un batterista statunitense, noto per essere stato il batterista dei Lamb of God fino al 2019.

BiografiaModifica

È uno dei membri fondatori dei Lamb of God nel 1990, quando il gruppo si chiamava Burn the Priest. È vegetariano[1] (come il suo collega nei Lamb of God, il bassista John Campbell). Il 3 luglio Dave Mustaine leader dei Megadeth annuncia ufficialmente l'uscita dalla band. Il 30 novembre 2016 viene annunciata il suo coinvolgimento nella reunion Nitro di Jim Gillette e Michael Angelo Batio e la partecipazione al nuovo album.

TecnicaModifica

Chris Adler è dotato di un'incredibile tecnica con la doppia cassa denominata Heel-toe che permette di eseguire vari pattern ritmici usando colpi doppi con i pedali, arricchendo il tutto con delle figurazioni irregolari sui piatti (da ascoltare brani come Hourglass, Ruin e Laid To Rest). La rivista di percussioni, "Drum!", ha pubblicato una sua intervista nell'aprile del 2006, dove Chris illustra il suo modo di suonare.

Il suo stile affonda le proprie radici nel thrash metal degli anni ottanta. Oltre alla batteria, Chris sa suonare discretamente il pianoforte, il basso e il violoncello. Le sue influenze principali sono Shannon Larkin, John Bonham, Dave Lombardo, Gar Samuelson, Lars Ulrich, Brann Dailor e Gene Hoglan[2].

StrumentazioneModifica

Chris Adler utilizza principalmente una batteria Mapex Black Panther Series. Il suo rullante signature misura 12x5.5" ed utilizza meccaniche Gibraltar. Inoltre, utilizza pelli Evans e bacchette signature della Pro-Mark. Chris ha aiutato Meinl a produrre il piatto MB20 Pure Metal Ride da 24" ed il Soundcaster Custom Distortion Splash da 12". Infine, la strumentazione di Chris si completa con un pad Roland TD-7 che accoppia ad un Roland TR-808 (trigger).

Batteria - Mapex Black Panther10"x9" Tom

  • 12"×10" Tom
  • 16"×16" Floor Tom
  • 18"×16" Floor Tom
  • 22"×18" Bass Drum (×2)
  • 12"×5.5" Mapex Warbird (Chris Adler Signature)

Pelli - Evans

  • Toms: EC2S Clear - G1 Clear
  • Cassa: EMAD Heavyweight - (Risonanza personalizzata)
  • Rullante: Heavyweight Snare Batter - 300 Snare Side

Piatti - Meinl:

  • 14" Generation X Filter China
  • 14" Soundcaster Custom Medium Soundwave Hihat - 14" Byzance Dark Hihat
  • 8" Classics High Bell
  • 12" Soundcaster Custom Distortion Splash
  • 8" Byzance Splash
  • 14" Soundcaster Custom Medium Crash
  • 16" Mb8 Medium Crash
  • 8" Byzance Splash
  • 14" Soundcaster Custom Medium Soundwave Hihat - 14" Byzance Dark Hihat
  • 18" Byzance Medium Thin Crash
  • 24" Mb20 Pure Metal Ride (signature model)
  • 17" Byzance China (prototype)
  • 16" Generation X Filter China

Hardware:

  • Trick pro 1v bigfoot pedals
  • VRUK Pedals
  • Gibraltar Rack System and Clamps
  • Mapex Cymbal Boom Arms

Altro:

  • Bacchette Pro-Mark
  • Pedali Trick Pro 1-V
  • Meccaniche Gibraltar

DiscografiaModifica

Con Jettison CharlieModifica

  • 1994 – Hitchhiking to Budapest
  • 1996 – Legions of The Unjazzed/I Love You, You Bastard (EP)

Con i Lamb of GodModifica

Con i Protest the HeroModifica

Con i MegadethModifica

CollaborazioniModifica

  • 2006 – AA.VV. – Drum Nation (Volume 3) (presente con il brano The Near Dominance Of 4 Against 5)
  • 2008 – AA.VV. – Performance 2008 Mapex Artist (video)

NoteModifica

  1. ^ Chris Adler testimonial PETA, su veggietestimonial.peta.org. URL consultato il 22 luglio 2010 (archiviato dall'url originale il 19 luglio 2010).
  2. ^ Phil Freeman, Lamb of God’s Chris Adler’s Five Favorite Drummers, Wondering Sound, (2012-02-24) (archiviato dall'url originale il 9 luglio 2015).

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN168954480 · ISNI (EN0000 0001 1802 0980 · Europeana agent/base/77735 · BNE (ESXX4775708 (data) · WorldCat Identities (ENviaf-168954480