Apri il menu principale

Christian Krohg

pittore, scrittore e giornalista norvegese
Christian Krohg

Christian Krohg (Oslo, 13 agosto 1852Oslo, 16 ottobre 1925) è stato un pittore, scrittore e giornalista norvegese.

Krohg venne educato in Germania, dove conobbe e divenne amico di Max Klinger. In seguito visse a Parigi dal 1881 al 1882 e qui divenne il leader dei bohémien norvegesi.

Statua di Christian Krogh nella via centrale di Oslo

Christian Krohg riteneva che scrivere fosse importante quanto dipingere e sosteneva che “tutta l'arte nazionale è cattiva arte, e tutta la buona arte è nazionale”. Krogh riteneva che l'attenzione dell'artista dovesse essere rivolta alla vita nel modo in cui viene vissuta e percepita dagli individui, soprattutto delle classi più basse.
Particolarità che emerge in Albertine dipinto del 1886. L'opera trae spunto da una suo libro omonimo che parlava di prostituzione e che fece molto scandalo quando venne pubblicato, tanto che venne censurato e le copie sequestrate.

Riuscì a far conciliare il Romanticismo e il Naturalismo. Christian Krogh con la sua pittura decisamente naturalistica, sensibile alla cultura francese, influenzò Anna e Michael Ancher e Edvard Munch.

Krohg fu anche giornalista del Verdens Gang dal 1890 al 1910, professore di pittura a Parigi oltre che direttore della Statens Kunstakademi, l'Accademia d'Arte di Oslo.

Era sposato con Oda Krohg, ed ebbe tre figli : tra questi solo Per (1889-1965) ha seguito le orme del padre.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN14858502 · ISNI (EN0000 0001 1021 5601 · LCCN (ENn87948530 · GND (DE12291323X · BNF (FRcb12408895s (data) · ULAN (EN500011632 · WorldCat Identities (ENn87-948530