Apri il menu principale

I ciclosilicati (dal greco kyklos, circolo) sono silicati caratterizzati dalla presenza di anelli di tetraedri SiO4 in rapporto Si:O = 1:3. Possono esistere tre configurazioni cicliche chiuse appartenenti a questo gruppo: la più semplice (Si3O9)-6, e la più rara (Si4O12)-8 e quella di base (Si6O18)-12 che caratterizza la struttura della Tormalina e del Berillo. [1]

Esempi di ciclosilicatiModifica

I più rappresentativi[1][2]:

  • Axinite - (Ca,Fe2+,Mn)3Al2BSi4O15(OH)


GemmeModifica

Molti ciclosilicati sono ammirati per la vastissima gamma di colorazioni intense date dalle impurità. Grazie a questo e a caratteristiche come la lucentezza vitrea e una buona durezza media di 7 – 8 (scala di Mohs), sono spesso impiegati come gemme. [3]

NoteModifica

  1. ^ a b Cornelis Klein, Mineralogia, 1. ed. italiana condotta sulla 22. ed. americana, Zanichelli, 2004, ISBN 88-08-07689-X, OCLC 849452792.
  2. ^ Mindat.org - Mines, Minerals and More, su www.mindat.org. URL consultato il 16 gennaio 2019.
  3. ^ Danilo Seccia (consultazione scientifica), Minerali e gemme da tutto il mondo, in RBA Italia S.r.l, 2011.

BibliografiaModifica

  • Klein, Cornelis, Mineralogia, 1. ed. italiana condotta sulla 22. ed. americana, Zanichelli, 2004, p. 474-477.
  • Danilo Seccia (consultazione scientifica), Minerali e gemme da tutto il mondo, 2011.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mineralogia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mineralogia