Cimitero di sant'Orso

Cimitero di Sant'Orso
Cimetière de Saint-Ours
Cimetière du bourg
Cimitero di sant'Orso abc16.JPG
Scorcio del cimitero. Sullo sfondo il campanile della Collegiata di Sant'Orso.
Tipocivile
Confessione religiosacattolica
Stato attualedismesso
Ubicazione
StatoItalia Italia
CittàAosta
Costruzione
Data apertura1782
Data riapertura2000 (solo visite)

Il cimitero di Sant'Orso (in francese, Cimetière de Saint-Ours o Cimetière du Bourg) è un cimitero storico monumentale situato in un'area ancora rurale dell'antico Borgo di Sant'Orso (Bourg Saint-Ours) ad Aosta.

Esso raccoglie le spoglie dei principali personaggi della città, a partire dalla prima metà del XIX secolo fino ai primi decenni del XX secolo.[1]

StoriaModifica

Data la necessità di una nuova area cimiteriale, il borgo di Sant'Orso venne dotato di un cimitero dedicato anch'esso ad Orso di Aosta. La nuova area sepolcrale venne inaugurata e benedetta dal priore Jean-Sébastien Linty, il 3 novembre 1782.[2] Nei primi anni cinquanta dell'Ottocento, il conte Edoardo Crotti decise di finanziarne l'ampliamento. Al centro del cimitero sorge la cappella neogotica dei conti Crotti di Costigliole, della metà del XIX secolo, dedicata alla Madonna Addolorata. I conti hanno anche optato per la costruzione di una tomba di famiglia.[2]

Nel Novecento il cimitero venne abbandonato come luogo di sepoltura a favore del cimitero aostano di viale Piccolo San Bernardo.

Dopo anni di incuria e degrado, che portarono alla rovina di numerose tombe, un nuovo restauro, finanziato con legge regionale del 2002, ha portato allo svolgimento di varie ricerche, da quella degli architetti Vittoria Pignataro e Ezio Alliod, fino a quella condotta dall'architetto Chiara Devoti.[2] Il cimitero, dopo una serie di interventi di manutenzione, è stato riaperto al pubblico in occasione delle feste dei defunti.

Nell'autunno 2013, in occasione del ponte di Ognissanti, a cura dell'associazione Amis du cimetière du Bourg il cimitero è stato nuovamente aperto e si è dato il via a una convenzione, che sarà quasi decennale, con il Comune di Aosta per la fruizione e la cura dell'area.[3] Il Virtual Museum Vallée ha dedicato alla riapertura del cimitero una mostra virtuale.[4]

Personalità locali sepolte nel cimitero di sant'OrsoModifica

Tra le personalità storiche, politiche e del mondo della cultura locali sepolte nel cimitero di sant'Orso figurano[2]:

NoteModifica

  1. ^ Cimitero di Sant'Orso, Sito ufficiale dell'Office de tourisme - Regione autonoma Valle d'Aosta. URL consultato il 9 luglio 2019.
  2. ^ a b c d Gianpaolo Charrère, Un progetto per valorizzare il cimitero di Sant'Orso, in Aostainforma, Comune di Aosta, agosto 2004, p. 7.
  3. ^ Cimitero di Sant'Orso, Aperto Fino al 3 novembre - Aosta News 24 Archiviato il 12 novembre 2013 in Internet Archive.
  4. ^ La réouverture du cimetière de Saint-Ours

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica