Apri il menu principale

Cimopolea

ninfa della mitologia greca, figlia di Poseidone

Cimopolea era, nella mitologia greca, una divinità minore, dea delle tempeste marittime, figlia di Poseidone. Il padre, spaventato dal suo effetto in mare, non le permetteva di vivere nel suo palazzo sul fondale del mare, ma di aggirarsi fra le antiche rovine del suo vecchio regno. In più, il dio del mare, diede Cimopolea in sposa a Briareo, in segno di gratitudine verso il gigante centimano poiché aveva aiutato gli Olimpi nella Titanomachia. Questo personaggio appare solo nella Teogonia di Esiodo.

Influenza culturaleModifica

Cimopolea compare nel libro "Eroi dell'Olimpo 5: il sangue dell'Olimpo"di Rick Riordan. Jason Grace e Percy Jackson la incontrano sulla strada per Atene, e vengono quasi uccisi da lei e dal gigante Polibote.

Voci correlateModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Antica Grecia: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di antica Grecia