Apri il menu principale

Clemente Promontorio

doge della Repubblica di Genova
Clemente Promontorio

Doge della Repubblica di Genova
Durata mandato 15 luglio 1393 –
16 luglio 1393
Predecessore Pietro Fregoso
Successore Francesco Giustiniani Garibaldo

Dati generali
Professione commerciante

Clemente di Promontorio (Genova, 1340Genova, 1415) fu il 16º doge della Repubblica di Genova.

BiografiaModifica

Nacque a Genova intorno al 1340 da una famiglia le cui origini sarebbero da ricercare nella val Polcevera, alle spalle del capoluogo ligure. Benestante, forse impiegato nei commerci, venne scelto in giovane età come uno dei membri del Consiglio degli anziani.

Nell'estate del 1393 entrò nelle grazie del doge Antonio Montaldo, ma volontariamente l'opera di accostamento effettuata da Clemente Promontorio fu, invece, per favorirne la sua caduta. Abdicazione che avvenne il 15 luglio - dopo la fuga del Montaldo - e che portò inizialmente alla nomina (o autonomina) del successore Pietro Fregoso. Un dogato quello del Fregoso che durò poche ore: con la forza Clemente Promontorio riuscì infatti a farsi eleggere dal collegio elettorale il giorno stesso.

Ma anche il dogato del Promontorio fu brevissimo e già il 16 luglio dovette abdicare in favore del nuovo doge Francesco Giustiniani Garibaldo, considerato più moderato e ben voluto da ambe le fazioni nobiliari e popolari. Terminata questa breve esperienza dogale, tornò alla gestione dei suoi traffici e attività commerciali, ma ancora come membro anziano del comune di Genova. Pure con la dedizione a Carlo VI di Francia ricoprì diversi incarichi pubblici sotto i governatorati del già doge Antoniotto Adorno e del marchese Teodoro II del Monferrato.

Morì a Genova intorno al 1415 dove venne sepolto all'interno della chiesa di Santa Maria dei Servi.

BibliografiaModifica

  • Sergio Buonadonna, Mario Mercenaro, Rosso doge. I dogi della Repubblica di Genova dal 1339 al 1797, Genova, De Ferrari Editori, 2007.