Apri il menu principale

Corraini Edizioni è una casa editrice italiana con sede a Mantova, fondata da Marzia e Maurizio Corraini.

Indice

StoriaModifica

Nata nel 1973 come galleria d'arte[1], ha prodotto esposizioni e cataloghi dedicati ad artisti e designer quali, tra gli altri, Alighiero Boetti, Enrico Castellani, Giosetta Fioroni, Vico Magistretti, Michelangelo Pistoletto[2], Enzo Mari, Luigi Veronesi, Pablo Echaurren. L'attenzione per il libro come oggetto d'arte (in particolare quello per bambini), nacque dall'incontro, alla metà degli anni Ottanta, con Bruno Munari, che ha un ruolo speciale nella storia della casa editrice [3]. Nel 1992 Munari iniziò a produrre per la casa editrice la collana «Block notes» [4]; in seguito il rapporto si è consolidato, e Corraini è considerato "l'editore di riferimento" dell'artista [5], ristampandone anche i titoli più rari [6]. Alla casa editrice è stato assegnato nel 2014 il BOP - Bologna Prize Best Children’s Publisher of the Year, nell'ambito della Bologna Children's Book Fair [7].

NoteModifica

  1. ^ Cristina Taglietti, «Il libro è arte, Munari insegna», Corriere della sera, 18 luglio 2011
  2. ^ La mensa delle culture. Ediz. italiana e inglese di Michelangelo Pistoletto edito da Corraini, 2005
  3. ^ "A special place is devoted to Munari by Corraini" (Studies in children's literature 1500-2000, Dublin, Four Courts, 2004, p. 162)
  4. ^ Rosa Monaco, Bruno Munari, Dizionario biografico degli italiani, Treccani, 2012
  5. ^ Scheda sul sito Sole24ore
  6. ^ Sandra L. Beckett, Crossover Picturebooks: A Genre for All Ages, London-New York, Routledge, 2012
  7. ^ L'elenco dei vincitori

BibliografiaModifica

  • Il libro d'arte nell'editoria lombarda: tre esperienze, Maurizio Corraini editore, Galleria delle Ore, Franco Sciardelli editore, Milano, Regione Lombardia, Settore cultura e informazione, 1992
  • Beba Restelli, Fare libri con Bruno Munari. Intervista a Marzia Corraini, in I bambini autori di libri. Il gioco delle pieghe secondo il metodo Bruno Munari, Milano, Angeli, 2013

Collegamenti esterniModifica