Crossopteryx febrifuga

specie di pianta
(Reindirizzamento da Crossopteryx)
Progetto:Forme di vita/Come leggere il tassoboxCome leggere il tassobox
Crossopteryx febrifuga
Crossopteryx febrifuga03.jpg
Stato di conservazione
Status iucn3.1 LC it.svg
Rischio minimo[1]
Classificazione Cronquist
Dominio Eukaryota
Regno Plantae
Divisione Magnoliophyta
Classe Magnoliopsida
Ordine Rubiales
Famiglia Rubiaceae
Sottofamiglia Ixoroideae
Tribù Crossopterygeae
Genere Crossopteryx
Specie C. febrifuga
Classificazione APG
Ordine Gentianales
Famiglia Rubiaceae
Nomenclatura binomiale
Crossopteryx febrifuga
(Afzel. ex G.Don) Benth., 1849
Sinonimi

Chomelia angolensis
(Hiern) Kuntze
Chomelia buchananii
K.Schum.
Chomelia mossambicensis
(Hiern) Kuntze
Crossopteryx africana
Baill.
Crossopteryx kotschyana
Fenzl
Rondeletia febrifuga
Afzel. ex G.Don
Tarenna angolensis
Hiern
Tarenna mossambicensis
Hiern

Crossopteryx febrifuga (Afzel. ex G.Don) Benth., 1849 è una pianta della famiglia delle Rubiacee (sottofamiglia Ixoroideae), diffusa nell'Africa subsahariana. È l'unica specie del genere Crossopteryx e della tribù Crossopterygeae.[1][2][3]

DescrizioneModifica

È un piccolo albero alto da 2 fino a 15 m, con chioma tondeggiante e rami leggermente penduli; con corteccia di colore dal grigio al marrone, finemente reticolata.[2]

Le foglie sono di forma da ellissoidale a obovata, con margine intero ed apice leggermente arrotondato, glabre o finemente pubescenti, con brevi stipole acuminate.

I fiori, di colore dal bianco crema al giallo pallido, sono riuniti in dense infiorescenze racemose, lunghe 6–10 cm.

I frutti sono piccole capsule tondeggianti, lunghe 0,5–1 cm, inizialmente verdi, poi neri a maturazione, che contengono piccoli semi piatti e sottili, lunghi 3–5 mm.

Distribuzione e habitatModifica

Questa specie è ampiamente diffusa nell'Africa subsahariana, dal Senegal sino all'Etiopia, spingendosi a sud sino al Sudafrica (Transvaal) e alla Namibia settentrionale.[1][2]

Cresce nella savana alberata e nelle foreste di miombo, da 0 a 1300 m di altitudine.[2]

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Botanic Gardens Conservation International (BGCI) & IUCN SSC Global Tree Specialist Group 2019, Crossopteryx febrifuga, su IUCN Red List of Threatened Species, Versione 2019.2, IUCN, 2019. URL consultato il 29/12/2019.
  2. ^ a b c d (EN) Crossopteryx febrifuga, in Plants of the World Online, Board of Trustees of the Royal Botanic Gardens, Kew. URL consultato il 29/12/2019.
  3. ^ (EN) Crossopteryx, in The Plant List. URL consultato il 26/12/2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Botanica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di botanica