Apri il menu principale
Un antico curriculum vitae scritto a mano.

Il curriculum vitae, o semplicemente curriculum, talvolta abbreviato in CV, in ambito accademico anche curriculum vitae et studiorum, che tradotto dal latino significa «corso della vita (e degli studi)», è un documento redatto al fine di presentare la situazione personale, scolastica e lavorativa di una persona.[1]

Indice

CaratteristicheModifica

Un curriculum vitae è di solito compilato nell'ambito della ricerca del lavoro, ovvero quando si cerca il primo o un diverso impiego. Spesso il curriculum è infatti la prima fonte informativa in base alla quale un datore di lavoro o un selezionatore decide se è interessato a esaminare ulteriormente un candidato per valutarne l'assunzione o la collaborazione.

Esiste in forma cartacea e online, ed è possibile inviarlo direttamente all'azienda che ricerca personale o ad agenzie che offrono servizio di ricerca per conto terzi.

In ambito lavorativo è un documento molto importante, da redigere con cura per evitare errori e renderlo di facile e veloce consultazione. Particolarmente importante è modellarlo sulle esigenze della singola persona che lo leggerà, creandone quindi uno diverso per ogni offerta di lavoro cui ci si vuole candidare.

StrutturaModifica

Un curriculum vitae redatto in forma scritta si compone di diverse informazioni, alcune essenziali, altre facoltative[2].

Essenziali sono:

  • dati personali e recapiti
  • istruzione
  • esperienze lavorative (salvo nel caso di candidato senza esperienze)
  • conoscenza di lingue oltre alla propria lingua madre
  • conoscenze informatiche
  • consenso al trattamento dei dati personali secondo la vigente normativa sulla privacy (quando le condizioni del datore di lavoro, ad es. l'appartenenza a categorie protette, lo impongono)

Facoltative possono essere (secondo i campi professionali):

  • obiettivi professionali e di carriera (importante nel caso in cui ci si candidi per una posizione che cambierebbe in modo significativo il corso della propria carriera)
  • fotografia (fondamentale per lavori in cui l'immagine è rilevante, come per promoter e hostess[3])
  • esperienze formative (attestati, titoli e certificati inerenti alla professione)
  • informazioni su attività extraprofessionali, hobby, e così via.

Esiste un formato europeo standard per la redazione del curriculum vitae; questo modello di curriculum prevede la suddivisione in:

  • dati personali
  • esperienze lavorative
  • istruzione e formazione
  • capacità e competenze personali, relazionali, organizzative, tecniche, artistiche
  • brevetti e pubblicazioni
  • ulteriori informazioni e allegati.

Europass ed EuroCvModifica

Europass è un servizio offerto dalla Commissione europea. L'obiettivo è quello di offrire un formato standard per i curriculum in Europa, per favorire la mobilità dei lavoratori all'interno dell'Unione Europea. Il sito supporta sia la creazione del documento che l'invio dello stesso ai potenziali datori di lavoro.

EuroCv è un servizio integrato con il sistema HR-XML per condividere il curriculum fra semplici utenti ma anche fra aziende.

Video curriculumModifica

 Lo stesso argomento in dettaglio: video curriculum.

Il video curriculum (o videocv) consiste in una presentazione video, solitamente pubblicata su un sito web, che mostri le principali conoscenze e competenze.

Il candidato in un video curriculum:

  • inizia con una presentazione;
  • elenca le capacità professionali, le motivazioni e il perché essere scelti;
  • ha un abbigliamento adeguato al tipo di posizione cercata;
  • ha un eloquio sicuro, non troppo lento, non troppo rapido;
  • guarda l'obiettivo, immaginando di parlare con una persona, evitando di concentrarsi su altri punti o abbassare lo sguardo troppo frequentemente;
  • produce un filmato non troppo corto né troppo lungo (tra uno e tre minuti);
  • ringrazia chi visualizza il filmato.

PluraleModifica

In italiano, come riportanto i più diffusi dizionari, il plurale mantiene la stessa forma del singolare curriculum[4][5][6].

La forma latina curricula[7][8][9][10] si deve alla desinenza in -a dei sostantivi neutri plurali della seconda declinazione della lingua latina. In latino, il plurale di curriculum vitae è curricula vitae [11]. Vitae, infatti, rappresenta un complemento di specificazione (genitivo) che si riferisce a curriculum/a.

NoteModifica

  1. ^ Francesco Sabatini e Vittorio Coletti, Scheda sul vocabolo "curriculum vitae", in Il Sabatini Coletti - Dizionario della Lingua Italiana, Corriere della Sera, 2011, ISBN 88-09-21007-7.
  2. ^ Curriculum Vitae, RisorseDisumane.com, 30 maggio 2015.
  3. ^ Foto per il Curriculum: Come Scegliere la Fotografia per il Tuo CV, in Come Trovare Lavoro: Curriculum, Colloquio, Carriera, 14 giugno 2017. URL consultato il 1º dicembre 2017.
  4. ^ Vorrei sapere il plurale di "curriculum", su Treccani.it. URL consultato il 5 marzo 2015 (archiviato dall'url originale il 19 febbraio 2015).
  5. ^ Curriculum, in Grande Dizionario di Italiano, Garzanti Linguistica. URL consultato il 5 marzo 2015.
  6. ^ Curriculum, su Sapere.it. URL consultato il 14 maggio 2014.
  7. ^ Accademia della Crusca, su accademiadellacrusca.it. URL consultato il 14 febbraio 2014.
  8. ^ Dizionario della Lingua Italiana, voce "Curriculum" Il Sabatini Coletti, su dizionari.corriere.it. URL consultato il 15 febbraio 2014.
  9. ^ Hoepli, Dizionario della Lingua Italiana Hoepli, su grandidizionari.it. URL consultato il 15 febbraio 2014.
  10. ^ CURRICULUM O CURRICULA? in "La grammatica italiana", su www.treccani.it. URL consultato il 1º dicembre 2017.
  11. ^ Voce "Curriculum vitæ" su Dizionario della Lingua Italiana Il Sabatini Coletti, su dizionari.corriere.it. URL consultato il 15 febbraio 2014.

BibliografiaModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàBNF (FRcb119814198 (data)
  Portale Lavoro: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di lavoro