Danika (film)

film del 2006 diretto da Ariel Vromen
Danika
Titolo originaleDanika
Paese di produzioneStati Uniti d'America
Anno2006
Durata79 min
Generedrammatico
RegiaAriel Vromen
SceneggiaturaJoshua Leibner
ProduttoreLorena David, John Parenteau, Mark A. Roberts
FotografiaDarko Suvak
MontaggioDanny Rafic
MusicheGilad Benamram
ScenografiaMichael Novotny
Interpreti e personaggi

Danika è un film del 2006 diretto da Ariel Vromen.

Thriller psicologico incentrato sulla figura di una donna che fatica a superare un enorme trauma. Distribuito direttamente in DVD il film è stato premiato al San Diego Film Festival del 2006 come miglior film, ricevendo il premio anche per la miglior attrice con Regina Hall[1]

TramaModifica

Danika Merrick ha un marito e tre figli e soffre di continue crescenti allucinazioni.

Perso il lavoro ha problemi anche nel privato dove per altro ha problemi con i figli cui sembra non riuscire più a badare come un tempo.

La cura di una psichiatra non sembra dare risultati tangibili.

Nel finale apprendiamo l'antefatto e tutto il film assume un senso diverso da quello che si era portati a pensare. Quando i tre figli erano molto piccoli, Danika scoprì che il marito la tradiva con la giovanissima bambinaia che le dava una mano in casa. Sotto choc, in auto e con i tre figli a bordo, passò distrattamente un semaforo con il rosso venendo investita da uno scuolabus. Nello schianto morirono tutti i figli mentre lei, ferita, sopravvisse.

Ora vive come una senzatetto e la sua mente rielabora continuamente il passato cercando di crearsi un presente irreale che però, nonostante gli sforzi, è comunque cupo, pieno di angosce e, alla fine, altrettanto invivibile a causa del senso di colpa che evidentemente non riesce a superare.

NoteModifica

  1. ^ (EN) San Diego Film Festival 2006, quinzaine-realisateurs.com. URL consultato il 3-6-2018 (archiviato dall'url originale il 3 luglio 2007).

Collegamenti esterniModifica

  Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema