Der Morgen

Der Morgen
StatoGermania Est Germania Est
Linguatedesco
Periodicitàquotidiano
Fondazione1945
ISSN0138-5119 (WC · ACNP)
 

Der Morgen (Il Mattino) è stato un quotidiano pubblicato nella Repubblica Democratica Tedesca. Der Morgen era l'organo centrale del Partito Liberal-Democratico di Germania. Fu pubblicato il 3 agosto 1945, sei volte a settimana. Le premesse del primo numero dichiararono il suo obiettivo di diventare "voce della borghesia democratica liberale".

Durante Die Wende, fu il primo giornale della RDT a rinunciare al dominio del SED e a tollerare contributi e lettere dei lettori, che trattavano in modo critico il sistema tedesco orientale dell'epoca. Nel febbraio 1990, Der Morgen divenne il primo giornale della DDR che copriva le purghe staliniste in Germania.[1]

Nel luglio 1990 il giornale è stato rilevato dalla casa editrice Axel-springer-Verlag. Da quel momento, il comitato editoriale includeva giornalisti della Germania orientale e occidentale, molti dei quali provenivano da Der Spiegel o dal Die Tageszeitung. Sotto il suo nuovo caporedattore, Der Morgen si è adattato a un nuovo profilo e ha scritto una serie di articoli sulle finanze del PDS e sui precedenti collegamenti di vari politici con la Stasi. I redattori Jan von Flocken, Erwin Jurtschitsch e Michael Klonovsky sono stati premiati dal Wächterpreis der Tagespresse per il loro coraggioso "svelamento e gestione delle violazioni dei diritti umani commesse dalla giustizia della RDT".

Nel autunno 1990, Der Morgen si è fusa con il giornale dell'NDPD (un altro ex "blockpartei"), il Berliner Allgemeine. Sebbene Der Morgen fosse apprezzato dalla critica per il suo stile giornalistico e fosse stato garantito dai suoi nuovi proprietari, meno di un anno dopo, l'11 giugno 1991 la casa editrice Springer lo chiuse. Questa decisione è stata sollecitata dal manager di Springer Erhard van Straaten, che ha disapprovato la posizione liberale della redazione del giornale. Der Morgen era anche diventato un concorrente del Die Welt appoggiato dai conservatori della stessa casa editrice.

NoteModifica

  1. ^ (DE) Flocken, Jan von, Klonovsky, Michael, Münter, Christian: Die Toten vom ‚Platz der Freiheit‘: Lager Ketschendorf und Friedhof Halbe. Zwei Stätten stalinistischer Verbrechen in Deutschland. In: Der Morgen. 24-25 February 1990

BibliografiaModifica

  • (DE) Anke Fiedler, Michael Meyen: Fiktionen für das Volk: DDR-Zeitungen als PR-Instrument: Fallstudien zu den Zentralorganen Neues Deutschland, Junge Welt, Neue Zeit und Der Morgen. Lit Verlag, 2011, ISBN 978-3-643-11077-0.