Apri il menu principale

Il destante (in latino dextans) era una moneta di bronzo emessa nell'antichità in Italia. La moneta valeva 10 once.[1] La moneta non faceva parte del sistema monetario standard romano.

Il valore era indicato dalla lettera S (pari a metà asse e quindi sei once) seguita da quattro tortelli.

Si tratta di una moneta coniata per pochissimi anni in ambiti locali. Sono note alcune monete romane coniate a Luceria identificate dalla lettera Archaic L.svg[1][2] e altre appartenenti alla serie caratterizzate dalla lettera Greek Pi archaic.svg, anche queste pertinenti alla monetazione di Luceria.[3]

Le monete recano al dritto la testa di Cerere e al rovescio una Vittoria su una quadriga.

NoteModifica

  1. ^ a b Klütz, Münznamen, voce: Dextans.
  2. ^ Crawford 97/9, 97/16, 97/23.
  3. ^ Crawford 99/2.

BibliografiaModifica

  • Michael H. Crawford, Roman Republican coinage, London, Cambridge University Press, 1974.
  • (DE) Konrad Klütz, Münznamen und ihre Herkunft, Vienna, moneytrend Verlag, 2004, ISBN 3-9501620-3-8.
  Portale Numismatica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di numismatica