Apri il menu principale
Crystal Clear app ksirtet.pngQuesta voce rientra tra gli argomenti trattati dal progetto tematico sottoindicato.
Puoi consultare le discussioni in corso, aprirne una nuova o segnalarne una avviata qui.
ReligionSymbol.svgReligione
Monitoraggio incompleto.svg
ncNessuna informazione sull'accuratezza dei contenuti. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla scrittura. (che significa?)
ncNessuna informazione sulla presenza di fonti. (che significa?)
DGravi problemi relativi alla dotazione di immagini e altri supporti grafici nella voce. Mancano molti file importanti per la comprensione del tema, alcuni essenziali. (che significa?)


quali sono gli scopi della meditazione nelle tradizioni spirituali :

   * svuotare la mente per essere pronti ad una consapevolezza pura
   * svuotare le emozioni per essere consapevole delle emozioni circostanti
   * liberare lo stress, emozionale, mentale
   * creare pace della mente e armonia dentro se stessi
   * sostituire la confusione emozionale o mentale da qualcosa di positivo e attivamente sacro e divino

Questa è una modifica fatta alla pagina meditazione da un anonimo che era inappropriata nel posto in cui si trovava, ritengo debba andare nella sezione "In Asia" ma non saprei come modificare la parte per infilarci il pensiero qui sopra esposto.

kensan 17:22, Lug 10, 2005 (CEST)


Ordine di importanzaModifica

E' mia opinione personale che la meditazione abbia un posto preminente nella filosofia Orientale mentre sia relativamente importante nel cristianesimo, mi permetto di cambiare l'ordine attuale.

Gli stessi autori affermano che "Nel cristianesimo la meditazione è una forma di preghiera interiore." lasciando intendere la preminenza del concetto di preghiera sopra quello di meditazione, ad esempio nel buddhismo risulta molto importante la meditazione secondo me più che nel cristianesimo.


kensan 20:37, Lug 10, 2005 (CEST)

Frase inizialeModifica

Scriverei:

La meditazione è una capacità della mente che favorisce un percorso interiore e che ne è influenzata.

Al posto di:

La meditazione è una capacità della mente che si ferma a contemplare e/o ragionare su questioni ritenute importanti.

Comunque metto questa modifica sotto il capitolo Filosofie orientali, poi si verdrà se vale in generale.

kensan 20:59, Lug 10, 2005 (CEST)

Ho provato a riformulare l'incipit: la meditazione (filosofica, cristiana, induista, buddhista, trascendentale, etc.) è un concetto molto ampio, poi si possono fare le debite distinzioni.
Servirebbe una fonte per avvalorare la distinzione tra meditazione riflessiva e meditazione recettiva: mi sembra una distinzione che può essere valida, ma non è un concetto universalmente noto o immediatamente comprensibile, ci vorrebbe la citazione di un testo, o di uno studioso che ne parli in questi termini. --(Y) - parliamone 09:32, 19 apr 2008 (CEST)

Copyviol?Modifica

La pagina http://www.yogacatania.com/yoga-7.html è molto simile a questa. Copyviol o copia da wikipedia senza seguire la licenza GFDL? --L'uomo in ammollo 00:33, 17 mag 2006 (CEST)

Il testo indicato ora è comunque rilasciato in GFDL anche là. --(Y) - parliamone 09:34, 19 apr 2008 (CEST)

Effetti collaterali della meditazioneModifica

Lo studio "Perez-De-Abeniz, Alberto and Holmes, Jeremy. Meditation: Concepts, Effects and Uses in Therapy" viene citato solamente per quel che riguarda gli effetti benefici invece parla anche degli effetti collaterali della meditazione.

Vedere l'oggettoModifica

Invece di:
·vedo l'oggetto
·mi accorgo di vedere che vedo l'oggetto
·mi accorgo di vedere il vedere che vedo l'oggetto
·ecc.
non si potrebbe mettere:
·vedo l'oggetto
·vedo che vedo l'oggetto
·vedo che vedo che vedo l'oggetto
·ecc.
in particolare "mi accorgo" mi sembra che complichi semplicemente le idee. O no? (non so niente di meditazione)--Arpaele (msg) 17:48, 28 mar 2012 (CEST)

Ritorna alla pagina "Meditazione".