Apri il menu principale

Domenico Palazzotto (Palermo, 1832Palermo, 1894) è stato un medico italiano attivo a Palermo.

Indice

BiografiaModifica

Nasce a Palermo dall'architetto Emmanuele Palazzotto (Palermo, 1798-1872) e dalla Baronessa Maria Anna Martinez Napoli; suoi fratelli furono l'architetto Giovan Battista Palazzotto (1834-1896), Pietro Palazzotto (1837-1860), eroe garibaldino, mons. Giuseppe Palazzotto (1839-1919) e l'architetto Francesco Paolo Palazzotto (1849-1915). Era cugino del bibliografo Gaetano Palazzotto (1814-1859).

Fu un valente e noto medico a Palermo, dove ricoprì spesso incarichi direzionali in ambito sanitario[1].

Durante l'epidemia colerica a Palermo nel 1866-67 fu uno dei componenti dell'Ufficio Sanitario comunale diretto da Stanislao Cannizzaro, insieme a Vincenzo Abate, Bernardo Salemi, Saverio Giacoma, Filippo Bianca, Michele De Franchi, Pietro Cervello e Giuseppe Furitano.

Amico e sodale del Beato don Giacomo Cusmano, partecipò attivamente alla vita del Boccone del Povero di Palermo fin dalla fondazione nel 1867[2]. Fu pure nominato medico chirurgo ordinario dall'Arcivescovo di Palermo Giovan Battista Naselli[3].

Col ritorno del morbo colerico a Palermo negli anni 1885-87 fu chiamato a dirigere l'Ufficio Sanitario del rione Molo.

NoteModifica

  1. ^ Treccani - Enciclopedia Italiana
  2. ^ F.P. Filippello, Le mie testimonianze al tribunale della Chiesa. Notizie sulla vita e le virtù del P. Giacomo Cusmano e documenti su la Storia del Boccone del Povero, vol. I, Palermo 1922, p. 47
  3. ^ M. T. Falzone, Giacomo Cusmano, poveri, chiesa e società nella Sicilia dell'Ottocento, Flaccovio editore, Palermo 1986, p. 322

BibliografiaModifica

  • F.P. Filippello, "Le mie testimonianze al tribunale della Chiesa. Notizie sulla vita e le virtù del P. Giacomo Cusmano e documenti su la Storia del Boccone del Povero", voll. II, Palermo 1922.
  • M. T. Falzone, "Giacomo Cusmano, poveri, chiesa e società nella Sicilia dell'Ottocento", Flaccovio editore, Palermo 1986
  • Enciclopedia della Sicilia, a cura di C. Napoleone, Ricci Editore, Parma 2006, p. 686.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie