Dorothe Engelbretsdatter

Dorothe Engelbretsdatter (Bergen, 16 gennaio 1634Bergen, 19 febbraio 1716) è stata una scrittrice norvegese. Scrisse principalmente inni e poesie di natura prettamente religiosa. È stata la prima donna norvegese riconosciuta come scrittrice, oltre che la prima femminista norvegese prima ancora che il femminismo divenisse un concetto riconosciuto.[1][2]

Dorothe Engelbretsdatter

BiografiaModifica

Dorothe Engelbretsdatter nacque a Bergen, ed era la figlia del Rettore e Vicario, Engelbret Jørgenssøn (1592–1659) e di Anna Wrangel. Suo padre fu inizialmente preside della scuola della cattedrale di Bergen, e successivamente decano della cattedrale stessa. Durante la sua giovinezza Dorothe trascorse un periodo di tempo a Copenaghen. Nel 1652 sposò Ambrosius Hardenbeck (1621–1683), uno scrittore di teologia noto per i suoi elaborati sermoni funerari, successore di suo padre come Decano della Cattedrale nel 1659. Ebbero 5 figli maschi e 4 figlie femmine.[3]

NoteModifica

  1. ^ (NO) Laila Akslen, Dorothe Engelbretsdatter, in Helle,Knut (a cura di), Norsk biografisk leksikon, Oslo, Kunnskapsforlaget. URL consultato il 2 marzo 2011 (archiviato il 22 ottobre 2012).
  2. ^ Dorothe Engelbretsdatter, The History Of Nordic Women’s Literature. URL consultato il 1º novembre 2017 (archiviato il 1º dicembre 2017).
  3. ^ Dorothe Engelbretsdatter – "Bergens Debora" (Bergensbrannen 1702) Archiviato l'11 giugno 2007 in Internet Archive.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN69069436 · ISNI (EN0000 0000 5394 2780 · LCCN (ENnb98077618 · GND (DE124020542 · BNF (FRcb131727923 (data) · CERL cnp01360994 · WorldCat Identities (ENlccn-nb98077618