Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi DZO.
Dzo
Zopkio.jpg
Dati generali
Etimologia ?
Blue Mars symbol.svg Padre Bos taurus
Pink Venus symbol.svg Madre Bos grunniens
Presente in natura no
Impieghi Agricoltura e trasporti
Riproduzione
Fecondità Solo gli esemplari femmina
Seconda generazione ortoom (femmina di dzo incrociata con un toro o uno yak)

Lo dzo è un bovino ibrido che nasce dall'incrocio tra un toro (Bos taurus) ed una femmina di yak (Bos grunniens). La parola dzo si riferisce tecnicamente a un ibrido di sesso maschile, mentre la femmina è nota come un dzomo o zhom.

Adulto e cucciolo di dzo
Due Dzo che lavorano nei campi

DescrizioneModifica

Una delle caratteristiche di questo animale è la sua forza: può infatti portare carichi molto più pesanti dello yak.

BiologiaModifica

ComportamentoModifica

Mentre il toro si muove in mandria, lo dzo, che ha ereditato geneticamente il movimento dello yak, si muove in fila indiana: è questo un fattore indispensabile per le carovane che percorrono gli stretti sentieri che portano dagli alti pascoli ai bassopiani.

RiproduzioneModifica

Le femmine di dzo sono feconde e lattifere, mentre il maschio è sterile. In Mongolia e in Tibet il risultato di una dzomo incrociata con un toro o con uno yak viene chiamato ortoom (tre quarti di razza) e uno ortoom incrociato con un toro domestico o con uno yak viene detto güzee usan (un ottavo di razza).[1][2]

NoteModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mammiferi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mammiferi