Apri il menu principale

E poi c'è Filippo

E poi c'è Filippo
Epoic'èfilippo.png
Immagine dalla sigla
PaeseItalia
Anno2006
Formatominiserie TV
Generecommedia
Puntate6
Lingua originaleitaliano
Crediti
RegiaMaurizio Ponzi
Interpreti e personaggi
Casa di produzioneGrundy Italia
Prima visione
Dal7 giugno 2006
Al12 luglio 2006
Rete televisivaCanale 5

E poi c'è Filippo è una miniserie televisiva in sei puntate trasmessa da Canale 5 nel 2006 e diretta da Maurizio Ponzi.

Nell'estate del 2007 è stata riproposta in replica, sempre su Canale 5, per 6 domeniche alle 17,30. Anche il canale Joi di Mediaset Premium ha mandato in onda la fiction varie volte. Nell'estate del 2017 è stata riproposta in replica su Mediaset Extra.

TramaModifica

Filippo è un ragazzo non autosufficiente con la sindrome di Asperger, un disturbo dello sviluppo simile all'autismo.

Stefano è un ragazzo che all'apparenza sembra superficiale e sicuro di sé. Egli è appena ritornato dagli Stati Uniti dove svolgeva l'attività di avvocato (poi si scopre che in realtà era barman a New York), per la morte della madre. Dopo la lettura del testamento di quest'ultima, egli è costretto, per ricevere l'eredità, a prendere in affido il fratello, che vive con lo zio Ghigo (Riccardo Garrone), l'avvocato fondatore dello studio di famiglia e la domestica Maritza (Serra Yılmaz). Ma per far avvenire ciò, è necessario superare una perizia della giovane psicologa Bruna Marchionni (Chiara Conti), che prima prova diffidenza nei confronti del giovane, ma poi si ricrederà.

ProtagonistiModifica

La miniserie televisiva ha come personaggi principali Filippo (Neri Marcorè) e Stefano (Giorgio Pasotti) Pollini.

About my brotherModifica

Nel 2009 la casa di produzione statunitense Reveille ha acquistato da Mediaset i diritti relativi alla serie per poterne fare una versione americana. Il legal drama che riprenderà in tutto le tematiche della serie italiana si intitolerà About my brother[1].

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica