Apri il menu principale

East Coast Main Line

East Coast Main Line
VTEC Intercity 225 set at King's Cross 2.jpg
InizioLondra King's Cross
FineEdimburgo Waverley
Stati attraversatiRegno Unito Regno Unito
Lunghezza632 km
Apertura1850
GestoreNetwork Rail
Scartamento1 435 mm
Elettrificazione25 kV ~ 50 Hz aerea
Ferrovie
Mappa degli itinerari di CrossCountry, Grand Central, Hull Trains e Virgin Trains East Coast sulla East Coast Main Line

La East Coast Main Line (ECML) è una linea ferroviaria lunga 632 km[1] che collega Londra ed Edimburgo passando per Peterborough, Doncaster, Wakefield, Leeds, York, Darlington e Newcastle, elettrificata lungo l'intero percorso. Il servizio per Aberdeen e Inverness, a nord di Edimburgo, impiega invece treni diesel; il principale operatore lungo la tratta è Virgin Trains East Coast.

Il percorso costituisce un'arteria chiave della parte orientale della Gran Bretagna ed è fiancheggiata dalla strada A1. Collega Londra, la parte meridionale ed orientale dell'East Anglia, con lo Yorkshire, le regioni del Nord Est e la Scozia. Costituisce anche un importante servizio per i pendolari nella parte settentrionale di Londra ed è molto importante per l'economia di molte aree di Inghilterra e Scozia. Gestisce anche servizio ferroviari verso l'estero, per pendolari e locali, nonché il trasporto merci.

Percorso e descrizioneModifica

La ECML costituisce parte dell'Itinerario Strategico G della Network Rail, che comprende sei linee separate:[2]

 
Rappresentazione della ECML (in blu) e altre linee nord-sud nel Regno Unito

La parte principale della linea è il percorso tra King's Cross ed Edimburgo, mentre il Hertford Loop viene utilizzato per il traffico locale e traffico merci; la Northern City Line viene utilizzata solo nei giorni feriali per i servizi ferroviari suburbani.[2]

Il percorso ha come riferimenti i codici ECM1 - ECM9.

NoteModifica

  1. ^ East Coast Main Line Rail Route Upgrading, United Kingdom
  2. ^ a b Network Rail, Route Plans 2010: Route Plan G East Coast & North East (PDF), su networkrail.co.uk, 31 marzo 2010, p. 5. URL consultato il 1º agosto 2012 (archiviato dall'url originale il 26 settembre 2012).