Apri il menu principale

Egina (mitologia)

ninfa della mitologia greca, figlia di Asopo
Egina
Ferdinand Bol - Aegina wacht op de komst van Zeus.jpg
Egina in attesa di Zeus
dipinto di Ferdinand Bol
Nome orig.Αἴγινα
SpecieNinfa naiade
SessoFemmina
Luogo di nascitaPhilos

Egina (in greco antico: Αἴγινα, Aígina) o Aegina è un personaggio della mitologia greca. È una ninfa naiade eponima dell'isola di Egina[1].

GenealogiaModifica

Figlia di Asopo e Metope[2][3] fu madre di Eaco avuto da Zeus[3][2], Damocrateia avuta da Zeus[4] e di Menezio avuto da Attore[5].

MitologiaModifica

Nacque e crebbe a Philos[3] e per la sua bellezza Zeus si trasformò in un'aquila per rapirla. Fu cercata dal padre Asopo che si spinse fino a Corinto, dove seppe da Sisifo chi fosse il rapitore[6].
Zeus respinse Asopo lanciando i suoi fulmini[7] e portò Egina sull'isola chiamata Oenone[7] (oppure Oenopia[7]), che in seguito prese il nome di Egina[2].
Era (la moglie di Zeus) per gelosia devastò l'isola inviando una piaga che uccise gli abitanti dell'isola[1] e Zeus, di conseguenza ripopolò l'isola trasformando le formiche (in lingua greca myrmínki), in uomini ed è per questo che i suoi abitanti furono chiamati Mirmidoni[2].

Igino scrive che fu portata sull'isola di Delos e che fu lì che rimase incinta di Eaco. Inoltre aggiunge che Hera mandò un serpente che avvelenò l'acqua e che così moriva chiunque la bevesse. Igino scrive anche che fu Eaco a chiedere a Zeus nuovi uomini per la difesa e che per questo che le formiche furono trasformate in uomini.
Igino conclude dicendo che quell'isola ha il nome di Egina[8][1].

NoteModifica

  1. ^ a b c (EN) Egina, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.
  2. ^ a b c d (EN) Apollodoro, Biblioteca III, 12.6, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.
  3. ^ a b c (EN) Diodoro Siculo, Biblioteca Historica IV, 72.1, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.
  4. ^ Scoli a Pindaro, Olimpiche 9, 107
  5. ^ Pindaro Olimpiche 9
  6. ^ (EN) Pausania, Periegesi della Grecia II, 5.1, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.
  7. ^ a b c (EN) Pausania, Periegesi della Grecia II, 29.2, su theoi.com. URL consultato il 10 maggio 2019.
  8. ^ Igino, Fabulae 52

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca