Apri il menu principale

Elga Andersen

modella e attrice tedesca

Elga Andersen (pseudonimo di Elga Hymen; Dortmund, 2 febbraio 1935New York, 7 dicembre 1994) è stata una modella e attrice tedesca, talora accreditata come Elga Andersen-Gimbel o Helga Anderson.

Occasionalmente cantante e produttrice cinematografica, fu attiva soprattutto nel cinema francese fra il 1957 e il 1973, ed è nota al pubblico italiano per la sua interpretazione nel film Detenuto in attesa di giudizio (1971) di Nanni Loy.

BiografiaModifica

Rimasta orfana del padre durante la seconda guerra mondiale, si avvicinò alla danza sviluppando nel contempo la conoscenza delle lingue straniere, soprattutto inglese e francese.

Diciottenne, approdò nel 1953 a Parigi per svolgere attività di interprete. Iniziò però a condurre vita da bohemienne frequentando artisti e posando per fotografie di moda. Notata da André Hunebelle debuttò nel '57 nel cinema con il nome di Elga Hymen nel film Les Collégiennes.

Prese lezioni di canto e interpretò, nel 1961, le canzoni del film I cannoni di Navarone. Per lei Gilbert Bécaud scrisse originariamente Et maintenant (su testo di Pierre Delanoë).

In carriera Andersen ha interpretato, fra gli altri film, Ascensore per il patibolo (1958, in cui fu diretta da Louis Malle), I baccanali di Tiberio (1960), I guai di papà (1964), La costa dei barbari (ancora nel '64), La battaglia dei Mods (1966), Un omicidio perfetto a termine di legge (1968), Più tardi Claire, più tardi... (1968), Le 24 Ore di Le Mans (1971) e Il serpente (1973, suo ultimo film).

Andersen - morta a causa di un cancro all'età di 59 anni - è apparsa anche, in fine di carriera, nella serie televisiva francese Aux frontières du possible.

Dopo un primo matrimonio con l'architetto parigino Christian Girard, Andersen ha sposato nel 1978 il regista e produttore statunitense Peter Gimbel con il quale prese residenza negli Stati Uniti e del quale rimase vedova nel 1987. Per il marito produsse nel 1982 il documentario televisivo Andrea Doria: The Final Chapter.

Filmografia parzialeModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN73485756 · ISNI (EN0000 0001 1770 0925 · LCCN (ENno99026346 · GND (DE103386580X · BNF (FRcb14149733s (data) · NLA (EN40454362 · WorldCat Identities (ENno99-026346