Apri il menu principale

Emanuele Rossi (Pontremoli, 19 ottobre 1958) è un costituzionalista e giurista italiano.

Si occupa in particolare di diritti e libertà fondamentali, di giustizia costituzionale, di diritto parlamentare. Dal 2011 è Direttore dell'Istituto Dirpolis (Diritto, politica, sviluppo) della Scuola Superiore Sant’Anna[1]. È membro dell'Associazione Italiana dei Costituzionalisti[2] e dal 2015 fa parte del suo Consiglio direttivo. Dal giugno 2013 è Pro-Rettore vicario della Scuola Superiore Sant’Anna.

Indice

BiografiaModifica

Consegue la laurea in Giurisprudenza presso l'Università di Pisa, e il dottorato di ricerca in Diritto pubblico nell'Università di Firenze. Dopo un periodo quale ricercatore universitario nell'Università di Trento, dal 1º novembre 1996 è stato professore associato in Diritto pubblico alla Scuola Superiore Sant’Anna, dove dal 1º novembre 2000 è professore ordinario di Diritto costituzionale. Dal 1º novembre 2004 al 31 ottobre 2010 è stato Preside della Classe accademica di Scienze sociali della Scuola Superiore Sant’Anna.

È stato Assistente di studio presso la Corte costituzionale e consigliere giuridico del Ministro della sanità; ha collaborato e collabora con alcuni ministeri e con varie Regioni ed enti locali. È Direttore del CISSC (Centro interuniversitario di studi sul servizio civile)[3].

Dal gennaio 2007 al febbraio 2012 è stato consigliere dell'Agenzia nazionale delle ONLUS (rinominata Agenzia per il Terzo settore a partire dal 2011), su nomina del Presidente del Consiglio dei ministri[4].

Nel luglio 2006 è stato eletto dal Parlamento in seduta comune nella lista di coloro tra i quali devono essere sorteggiati sedici giudici che integrano la Corte costituzionale nell'ipotesi di giudizio penale nei confronti del Presidente della Repubblica.

Attività di ricercaModifica

L'attività scientifica di Emanuele Rossi ha riguardato vari ambiti del diritto costituzionale, con particolare riguardo alla tutela del principio pluralistico, della giustizia costituzionale, del diritto parlamentare[5], dei diritti sociali, della regolamentazione giuridica dei partiti politici e del terzo settore.

Ha curato numerose edizioni degli Studi pisani sul Parlamento, ha svolto ricerche nell'ambito della disciplina giuridica dell'immigrazione ed e è autore di più di duecento pubblicazioni. Fa parte del comitato scientifico di alcune riviste di diritto costituzionale.

NoteModifica

  1. ^ Scuola Superiore Sant'Anna - Diritto, Politica e Sviluppo, su sssup.it. URL consultato il 9 luglio 2014 (archiviato dall'url originale il 14 luglio 2014).
  2. ^ Associazione Italiana dei Costituzionalisti
  3. ^ Copia archiviata, su cissc.eu. URL consultato il 9 luglio 2014 (archiviato dall'url originale l'8 settembre 2013).
  4. ^ http://www.governo.it/Presidenza/DICA/EVENTI/allegati/scheda_agenzia_terzo_settore.pdf
  5. ^ E. Rossi, Pisa University Press, Una Costituzione migliore? Contenuti e limiti della riforma costituzionale, Pisa, 2016.

Collegamenti esterniModifica

Pagina personale del Prof. Rossi sul sito della Scuola Superiore Sant'Anna Archiviato il 14 luglio 2014 in Internet Archive.

Controllo di autoritàVIAF (EN19958528 · ISNI (EN0000 0000 0301 8805 · SBN IT\ICCU\CFIV\113222 · LCCN (ENn2001114056 · GND (DE1073879828 · BNF (FRcb15016502k (data)
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie