Apri il menu principale
Trieste: le nove statue di Bisi poste sulla facciata della chiesa di San Spiridione
Roma: la regione Lombardia sul Vittoriano

Emilio Bisi (Milano, 7 novembre 1850Milano, 19 febbraio 1920) è stato uno scultore italiano.

Indice

BiografiaModifica

Nato a Milano nel 1850 in una famiglia di artisti, della quale il padre Luigi (1814-1886) (figlio di Michele e nipote di Giuseppe e di sua moglie Ernesta Legnani), pittore ed architetto, fu l'esponente più noto, Emilio Bisi, dopo gli studi in matematica si dedicò alla scultura[1]. Tra le sue opere il Franco tiratore, suo primo successo, presentato a Parigi all'Esposizione universale del 1878; le nove grandi statue che ornano la facciata della chiesa di rito serbo-ortodosso di san Spiridione a Trieste; la statua allegorica della regione Lombardia posta sul coronamento del sommoportico del Vittoriano di Roma. È autore, inoltre, di alcuni monumenti funerari.

Sposato con la scrittrice Sofia Albini (1856 - 1919), morì nella città natale, a sessantanove anni, nel 1920. La figlia Antonietta, detta Jetta (1891 - 1945), fu pittrice.

NoteModifica

  1. ^ A.O. Chiesa, Dizionario Biografico degli Italiani, riferimenti in Collegamenti esterni.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

  • BISI, Luigi di Angela Ottino Chiesa in Dizionario Biografico degli Italiani, volume 10, 1968, edizione online, sito treccani.it. La voce riporta anche numerose notizie sul figlio Emilio. URL consultato il 7/06/2012
  • Busto ritratto maschile opera di Bisi con descrizione e notizie storico critiche di M. A. Zilocchi. Dal sito LombardiaBeniCulturali.it. URL consultato l'8/06/2012
  • Ritratto maschile opera di Bisi. Dal sito LombardiaBeniCulturali.it. URL consultato l'8/06/2012
Controllo di autoritàVIAF (EN52471530 · ISNI (EN0000 0000 7858 0691 · ULAN (EN500128170