Emilio Luci (1700-1766)

politico e giurista italiano nato nel 1700

Emilio Luci (Firenze, 9 settembre 1700Firenze, 30 novembre 1766) è stato un politico e giurista italiano, Senatore del Granducato di Toscana e Cavaliere dell'Ordine di Santo Stefano papa e martire[1].

BiografiaModifica

Figlio dell'auditore Gregorio e nipote dell'auditore Emilio, patrizio fiorentino, patrizio senese e nobile di Colle di Val d'Elsa,[2] appartenne a una famiglia fiorentina originaria della Valdelsa senese che annoverò diversi alti funzionari granducali, sia con i Medici che con gli Asburgo Lorena.

Fu Provveditore dell'Arte dei Mercatanti, dell'Opera di Santa Maria del fiore, e dei Conservatori di Legge,[1] Senatore del Granducato di Toscana e Cavaliere dell'Ordine di Santo Stefano papa e martire.[1]

NoteModifica

  1. ^ a b c Luigi Biadi, Storia della città di Colle in Val d'Elsa, G. B. Campolmi, 1859, Firenze 1859. p. 262.
  2. ^ Gaetano Cambiagi, Memorie Istoriche Riguardanti le Feste Solite Farsi in Firenze Per la Natività Di S. Gio. Batista, prima edizione, Firenze 1766, XI

BibliografiaModifica

  • Lorenzo Cheluzzi, Giuseppe Maria Galganetti, Serie cronologica degli uomini di merito più distinto della città di Colle di Val d'Elsa, Pacini, Colle di Val d'Elsa 1841
  • William J. Connell, Andrea Zorzi, Florentine Tuscany. Structures and practices of power, Cambridge University Press, Cambridge 2000
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie