Emily Karlovna Stjernvall

nobildonna svedese

Emily Karlovna Stjernvall, in russo: Эмилия Карловна Шернва́лл? (Pori, 29 gennaio 1810Borisogleb, 17 novembre 1846), è stata una nobildonna svedese.

Acquarello di Vladimir Ivanovič Gau, 1840.

BiografiaModifica

Era la figlia del governatore di Vyborg, Carl Johann Stjernvall e di Eve von Willebrand. Alla morte di suo padre, sua madre si risposò con un noto avvocato.

Emily, come la sorella maggiore Aurora, ricevette una buona educazione.

Nel 1826 la società di Helsinki era relativamente piccola e la comparsa delle sorelle Stjernvall non poteva passare inosservato.

MatrimonioModifica

A sedici anni si innamorò del conte Vladimir Alekseevič Musin-Puškin (1798-1854). I genitori di Emily non sollevarono obiezioni al matrimonio. La madre di Vladimir, la contessa Ekaterina Musina-Puškina, non riuscì ad accettare che il figlio si fosse sposato con Emily. Il matrimonio ebbe luogo il 4 maggio 1828. Ebbero sei figli ma solo quattro raggiunsero l'età adulta:

  • Aleksej Vladimirovič (1831-1889), sposò Ekaterina Alekseevna Musina-Puškina (1845—1923);
  • Vladimir Vladimirovič (1832-1865);
  • Aleksandr Vladimirovič (?-1854);
  • Marija Vladimirovna (1840-1870).

Nel novembre del 1831 Emily e suo marito si trasferirono a San Pietroburgo, dove, insieme a sua sorella, furono presentati a corte. Aurora divenne damigella d'onore dell'imperatrice e si stabilì al Palazzo d'Inverno.

Alla fine di maggio del 1838, Emily si recò in Germania in visita a sua sorella e a suo marito, Paolo I Demidoff.

Le difficoltà economiche della famiglia si allargarono, i costi erano molto più alti dei redditi. I debiti crebbero, nel 1856, era di circa 700.000.

MorteModifica

Morì il 17 novembre 1846, all'età di 36 anni, di tifo.

Altri progettiModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN87144648385209622258
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie