Apri il menu principale
Beata Maria Incarnazione del Cuore di Gesù
Nascita27 ottobre 1815 Quetzaltenango
Morte24 agosto 1886 Tulcán
Venerata daChiesa cattolica
Beatificazione4 maggio 1997 da papa Giovanni Paolo II
Ricorrenza27 ottobre

María Vicenta Rosal, conosciuta nella religione come Maria Incarnazione (Maria Encarnaciòn) del Cuore di Gesù, (Quetzaltenango, 27 ottobre 1815Tulcán, 24 agosto 1886), è stata una religiosa guatemalteca, riformatrice e seconda fondatrice della congregazione delle Betlemite Figlie del Sacro Cuore.

BiografiaModifica

Entrò nel beaterio annesso all'ospedale di Nuestra Señora de Belén di Guatemala, fondato nel 1658 da Pietro di San Giuseppe de Bethencourt: nel 1832 emise i voti solenni di povertà, obbedienza, castità e clausura e prese il nome di suor Maria dell'Incarnazione.

Non soddisfatta dalla vita del convento (le religiose avevano abbandonato l'assistenza agli ammalati per dedicarsi all'educazione e la disciplina monastica si era notevolmente rilassata), nel 1840 la Rosal lasciò il beaterio e si ritirò nel monastero di Santa Catalina. Tornò nel beaterio nel 1843, venendone eletta priora, e dedicò il resto della sua vita alla riforma delle betlemite.

Fondò filiali in Colombia ed Ecuador, aprendo scuole per ragazzi poveri, orfanotrofi e opere per l'assistenza ai bisognosi: nel 1861 lasciò la casa madre di Guatemala e si trasferì nella comunità Quetzaltenango, sua città natale, ma ne venne espulsa nel 1873 per decreto di Justo Rufino Barrios.

Morì nel convento di Tulcán.

Il cultoModifica

La causa di canonizzazione fu introdotta il 5 aprile 1976; papa Giovanni Paolo II l'ha dichiarata venerabile il 6 aprile 1995 e proclamata beata in piazza San Pietro a Roma il 4 maggio 1997.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN165396268 · ISNI (EN0000 0001 1328 3984 · LCCN (ENno2002071859 · WorldCat Identities (ENno2002-071859