Apri il menu principale

Enrico Fabris

pattinatore di velocità su ghiaccio italiano
Enrico Fabris
Enrico Fabris Screaming 2006.jpg
Fabris festeggia la vittoria della medaglia d'oro nei 1500 metri alle Olimpiadi invernali di Torino nel 2006.
Nazionalità Italia Italia
Altezza 189 cm
Peso 80 kg
Pattinaggio di velocità Speed skating pictogram.svg
Squadra Fiamme Oro
Ritirato 21 novembre 2011
Palmarès
Olimpiadi 2 0 1
Mondiali completi 0 2 1
Mondiali - Distanza singola 0 5 0
Europei 1 2 1
Per maggiori dettagli vedi qui
Statistiche aggiornate al marzo 2010

Enrico Fabris (Roana, 5 ottobre 1981) è un ex pattinatore di velocità su ghiaccio allenatore italiano, vincitore di due medaglie d'oro e una di bronzo ai Giochi olimpici invernali di Torino 2006. E' stato il primo italiano a vincere una medaglia olimpica nella disciplina del pattinaggio di velocità.

BiografiaModifica

PattinatoreModifica

Ha incominciato a pattinare fin dalla giovane età. Nel 1987, all'età di 6 anni, si affilia alla società di pattinaggio del suo paese natale, la Sportivi Ghiaccio Roana, nella categoria Propaganda. E' rimasto tesserato per il club di Roana per 16 anni. In seguito è passato al Gruppo Sportivo delle Fiamme Oro.

Ha iniziato l'attività agonistica seguendo gli insegnamenti dal padre Valerio Fabris, suo primo allenatore. Successivamente viene cresciuto nella pista naturale di Busa Fonda a Gallio (VI) dall'allenatore Forestale Alessandro De Taddei, che ne ha curato la tecnica. E' stato plurivincitore del campionato regionale del Veneto. Nel 1989 conquista il 1º posto nello Sprint Nazionale.

Nel gennaio 2006 è divenuto il primo italiano a vincere un titolo europeo di pattinaggio di velocità su pista lunga all-round.

Ha rappresentato l'Italia ai Giochi olimpici invernali di Salt Lake City 2002, ottenendo il 16° piazzamento sui 5000 metri e il 26º posto nei 1500 metri.

Ha vinto la medaglia di bronzo nei 5000 m, la medaglia d'oro nei 1500 m e nell'inseguimento a squadre (insieme a Matteo Anesi, Ippolito Sanfratello e Stefano Donagrandi) ai Giochi Olimpici di Torino 2006.

E' stato nominato Commendatore al merito della Repubblica italiana il 22 marzo 2006 dal presidente Carlo Azeglio Ciampi.[1]

Il 13 gennaio 2008 ha conquistato il bronzo ai Campionati Europei All Around di Kolomna (Russia).

Il 21 novembre 2011 ha annunciato il proprio ritiro dal pattinaggio agonistico, a causa di problemi fisici.[2][3]

AllenatoreModifica

Dopo il ritiro è divenuto allenatore di pattinaggio. Ai Giochi olimpici di Pyeongchang 2018 ha allenato Nicola Tumolero, vincitore della medaglia di bronzo nei 10000 metri.[4]

E' stato incaricato dalla federazione di allenare i nazionali juniores.[2]

RecordModifica

Ha realizzato i record italiani di 1000, 1500, 3000, 5000 e 10000 metri.[3] È stato detentore anche del record mondiale dei 5000 metri (risultato poi migliorato da Sven Kramer).[3]

  • 500 metri: 35"99
  • 1000 metri: 1'09"16
  • 1500 metri: 1'43"67
  • 3000 metri: 3'40"23
  • 5000 metri: 6'06"06 (  Salt Lake City, 13 dicembre 2009)
  • 10000 metri: 13'10"60

Risultati stagionaliModifica

  • Campione Italiano categoria "Allievi A" nel 1996
  • Campione Triveneto Cadetti e 4° ai Campionati Italiani Cadetti nel 1997
  • 2° ai Campionati Italiani Junior e Record Italiano nei 5000m nel 1998
  • Campione Triveneto su pista lunga, Campione Italiano Junior e Sprint e Record Italiano sui 1500m, 3000m, 5000m nel 1999
  • Campione Italiano Junior e Record Italiano sui 3000m nel 2000
  • Campione Italiano Junior, 11° ai Campionati Mondiali Junior, 1° al Country Match sui 3000m, Record Italiano sui 3000m, 5000m e sulle 4 distanze nel 2001
  • 3° ai Campionati Italiani Senior, 4° in Coppa del Mondo, 16° ai Campionati Europei, 16° sui 5000m e 26° sui 1500m ai Giochi Olimpici di Salt Lake City nel 2002
  • Campione Italiano Assoluto, 8° ai Campionati Europei, 9° sui 5000m ai Campionati Mondiali nel 2003
  • Campione Italiano Assoluto, 7° ai Campionati Europei, 4º posto Assoluto e 5º posto sui 5000m ai Campionati Mondiali e Record Italiano sui 5000m nel 2004
  • Campione Italiano Assoluto, 1° in Coppa del Mondo sui 1500m e nell'inseguimento a squadre, 6° ai Campionati Europei, 1° sui 1500m e sui 5000m e 3° sui 1000m alle Universiadi di Innsbruck, Record Italiani sui 1500m, 5000m e sui 10000m nel 2005
  • Campione Assoluto Italiano ed Europeo all-round, 1° sui 1500m e nell'Inseguimento a Squadre in Coppa del Mondo a Torino, Record Italiano sui 1500m, 3000m, 5000m, 10000m;
  • Medaglia di Bronzo sui 5000m, Medaglia d'Oro nell'Inseguimento a Squadre e sui 1500m ai XX Giochi Olimpici Invernali di Torino 2006, Medaglia di Bronzo in Coppa del Mondo, 6° nei 500m, 4° nei 1500m, 3° nei 5000m, 6° nei 10000m concludendo con la medaglia d'Argento i campionati mondiali di Calgary 2006
  • Medaglia d'Oro sui 500m con un tempo di 36.38, Medaglia d'Oro sui 1500m con un tempo di 1:44.72, Medaglia di Bronzo sui 5000m con un tempo di 6:20.28, Medaglia di Bronzo sui 10000m con un tempo di 13:21.51 e infine 2º posto in classifica generale con 149.389 punti ai Campionati Europei 2007 svoltisi alla Ritten Arena di Collalbo (Bz) dal 12 al 14 gennaio 2007.
  • Medaglia d'Oro sui 1000m con un tempo di 1:09.68 (record delle Universiadi su questa distanza), Medaglia d'Oro sui 1500m con un tempo di 1:45.66 (record delle Universiadi su questa distanza) e medaglia d'Oro nell'Inseguimento a Squadre insieme a Luca Stefani e Matteo Anesi con un tempo di 3:47.25 (record delle Universiadi in questa specialità) alla 23ª Universiade Invernale che si è svolta a Torino dal 17 al 27 gennaio 2007
  • Medaglia d'Oro sui 1500m con un tempo di 1:44.97,3º posto nell'Inseguimento a Squadre insieme a Luca Stefani e Matteo Anesi con un tempo di 3:48.22 e 4º posto sui 5000m con un tempo di 6:26.22 alla 7ª tappa della Essent Isu World Cup Speed Skating (Coppa del Mondo di Pattinaggio Velocità su Pista Lunga) che si è svolta a Torino il 3 e 4 febbraio 2007
  • 4º posto sui 500m con un tempo di 36.27, Medaglia di Bronzo sui 1500m con un tempo di 1:45.97, Medaglia di Bronzo sui 5000m con un tempo di 6:19.10, 4º posto sui 10000m con un tempo di 13:10.80 e infine 2º posto in classifica generale con 149.043 punti agli Isu World Allround Championship (Campionati Mondiali di Pattinaggio Velocità su Pista Lunga) che si sono svolti a Heerenveen (Paesi Bassi) dal 9 all'11 febbraio 2007
  • Medaglia d'Oro sui 1500m con un tempo di 1:45.50,5º posto nell'Inseguimento a Squadre insieme a Luca Stefani e Matteo Anesi con un tempo di 3:50.17, concludendo così al 4º posto in classifica nell'Inseguimento a Squadre con 165 punti alla 8ª tappa della Essent Isu World Cup Speed Skating (Coppa del Mondo di Pattinaggio Velocità su Pista Lunga) che si è svolta a Erfurt (Germania) il 17 e 18 febbraio 2007
  • Medaglia di Bronzo sui 5000m con un tempo di 6:14.20 concludendo così al 3º posto in classifica nelle distanze 5000/10000m con 370 punti e 8º posto sui 1500m concludendo così al 2º posto in classifica nella distanza dei 1500m con 476 punti alla 9ª tappa e finale della Essent Isu World Cup Speed Skating 2007 (Coppa del Mondo di Pattinaggio Velocità su Pista Lunga) svoltasi a Calgary (Canada) dal 2 al 4 marzo 2007
  • Record del mondo e medaglia oro nei 5000m (6:07.40): prima tappa di Coppa del Mondo 2007/2008, Salt Lake City (Usa), 10 novembre 2007. Il record ha resistito una settimana.
  • Medaglia d'argento nei 5000m (6:06.42, record italiano): seconda tappa di Coppa del Mondo 2007/2008, Calgary(Canada), 17 novembre 2007.

PalmarèsModifica

Giochi olimpici invernaliModifica

 
Fabris (al centro) festeggia con Matteo Anesi (a sinistra) e Ippolito Sanfratello (a destra) la vittoria olimpica nell'inseguimento a squadre a Torino 2006

Campionati mondiali completi di pattinaggio di velocitàModifica

Campionati mondiali di pattinaggio di velocità - Distanza singolaModifica

Campionati europei di pattinaggio di velocitàModifica

OnorificenzeModifica

  Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana
— Roma, 9 marzo 2006. Di iniziativa del Presidente della repubblica.[5]
  Collare d'oro al merito sportivo
«Campione olimpico pattinaggio di velocità inseg. a squadre e m 1500»
— Roma, 2006.[6]

RiconoscimentiModifica

NoteModifica

  1. ^ a b Consegnati i Collari d'Oro ai campioni del 2015 e della storia. Il Premier Renzi: con voi vince l'Italia, su coni.it. URL consultato il 20 dicembre 2017.
  2. ^ a b Buon compleanno, Enrico Fabris - Rai Sport, su RaiSport. URL consultato il 5 ottobre 2019.
  3. ^ a b c Fabris dice basta al ghiaccioSi ritira l'olimpionico di Torino, su Repubblica.it, 21 novembre 2011. URL consultato il 5 ottobre 2019.
  4. ^ PyeongChang 2018, pattinaggio di velocità: è bronzo per Nicola Tumolero (Repubblica.it), 15 febbraio 2018.
  5. ^ Commendatore Ordine al merito della Repubblica Italiana Sig. Enrico Fabris, su quirinale.it. URL consultato il 15 aprile 2011.
  6. ^ Benemerenze sportive di Enrico Fabris, su coni.it, Comitato Olimpico Nazionale Italiano. URL consultato il 21 marzo 2019.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica