Enrico di Groitzsch

Enrico di Groitzsch
Margravio della marca orientale sassone
(come Enrico III)
In carica 1128 –
31 dicembre 1135
Predecessore Alberto I di Brandeburgo
Successore Titolo confluito nel titolo di margravio di Lusazia di Corrado di Meissen
Burgravio di Magdeburgo
In carica 1124 –
1135
Predecessore Wiprecht di Groitzsch
Successore Burcardo I (II) di Querfurt
Morte Magonza, 31 dicembre 1135
Dinastia Přemislidi
Padre Wiprecht di Groitzsch
Madre Giuditta
Consorte Berta di Gelnhausen

Enrico di Groitzsch (1090 circa – Magonza, 31 dicembre 1135) fu margravio della marca orientale sassone dal 1128 alla morte come Enrico III e margravio di Lusazia dal 1131 alla morte.

BiografiaModifica

Enrico di Groitzsch era il secondo figlio di Wiprecht di Groitzsch e Giuditta, figlia del re Vratislao II di Boemia. Apparteneva dunque alla dinastia dei Přemislidi. Dopo la morte di suo padre, gli successe nel 1124 come burgravio di Magdeburgo, ma non può ereditare le marche di Meissen, di Lusazia e la marca orientale sassone. Nel 1126 negoziò la pace tra l'imperatore Lotario II e il duca di Boemia Sobeslao I dopo la sconfitta imperiale nella seconda battaglia di Chlumec.

Nel 1128, tuttavia, fu nominato margravio della marca orientale sassone, tolta ad Alberto l'Orso e nel 1131 divenne margravio di Lusazia e Vogt dell'abbazia di Neuwerk vicino a Halle. Ma la sua pretesa di ottenere la marca di Meissen che suo padre deteneva trovò l'opposizione di Corrado I il Pio. Con sua moglie Berta, fondò il monastero di Bürgel nel 1133. Enrico morì a Magonza il 31 dicembre 1135.

Matrimonio e figliModifica

Enrico sposò Berta di Gelnhausen († dopo il 1137) ma i due non ebbero figli.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN86108191 · GND (DE137945965 · CERL cnp01168715 · WorldCat Identities (ENviaf-86108191