Episodi di Avatar - La leggenda di Aang (prima stagione)

1leftarrow blue.svgVoce principale: Avatar - La leggenda di Aang.

La prima stagione della serie animata Avatar - La leggenda di Aang (Avatar: The Last Airbender), nota anche come Libro primo: Acqua, è composta da 20 episodi ed è stata trasmessa dal 21 febbraio 2005[1] al 2 dicembre 2005.[2]

Logo della serie

Ogni episodio della prima stagione ha attirato più di un milione di spettatori alla sua prima messa in onda. La prima stagione ha vinto il "Miglior serie TV" e "Miglior serie televisiva animata" nei ragazzi di età compresa tra i 9 ed i 14 anni ai Pulcinella Awards 2005, che premia per l'eccellenza nell'animazione.[3] Il primo libro è stato adattato in un film live-action, L'ultimo dominatore dell'aria, diretto da M. Night Shyamalan e uscito nel 2010.[4][5]

Titolo originale Titolo italiano Prima TV USA Prima TV Italia
1 The Boy in the Iceberg Il ragazzo nell'iceberg 21 febbraio 2005
2 The Avatar Returns Il ritorno dell'Avatar 21 febbraio 2005
3 The Southern Air Temple Il ciclo degli Avatar 25 febbraio 2005
4 The Warriors of Kyoshi Le guerriere di Kyoshi 4 marzo 2005
5 The King of Omashu Il re di Omashu 18 marzo 2005
6 Imprisoned Imprigionati 25 marzo 2005
7 The Winter Solstice (Part One) - The Spirit of the Forest Il solstizio d'inverno (prima parte) - Lo spirito della foresta 8 aprile 2005
8 The Winter Solstice (Part Two) - Avatar Roku Il solstizio d'inverno (seconda parte) - L'Avatar Roku 15 aprile 2005
9 The Waterbending Scroll Il dominio dell'acqua 29 aprile 2005
10 Jet Jet 6 maggio 2005
11 The Great Divide Il grande canyon 20 maggio 2005
12 The Storm La tempesta 3 giugno 2005
13 The Blue Spirit Lo spirito blu 17 giugno 2005
14 The Fortuneteller L'indovina 23 settembre 2005
15 Bato of the Water Tribe Bato della Tribù dell'Acqua 7 ottobre 2005
16 The Deserter Il maestro del dominio del fuoco 21 ottobre 2005
17 The Northern Air Temple Il Tempio dell'Aria del Nord 4 novembre 2005
18 The Waterbending Master Il maestro del dominio dell'acqua 18 novembre 2005
19 The Siege of the North (Part One) L'assedio del Nord (prima parte) 2 dicembre 2005
20 The Siege of the North (Part Two) L'assedio del Nord (seconda parte) 2 dicembre 2005

Il ragazzo nell'icebergModifica

TramaModifica

Mentre pescano nelle acque fredde, Katara e Sokka, due fratelli della Tribù dell'acqua del sud, scoprono un ragazzo intrappolato in un iceberg che galleggia sul mare. Lo liberano e scoprono che il ragazzo si chiama Aang, un dominatore dell'aria proveniente dalla Nazione dell'aria. Ciò li sorprende, poiché si credeva che i Nomadi si fossero estinti da 100 anni. Aang, insieme al suo bisonte volante a sei zampe, Appa, torna con Katara e Sokka nel loro villaggio, dove diverte gli abitanti del villaggio con il suo dominio dell'aria. Nel frattempo, il principe Zuko della Nazione del fuoco, accompagnato dallo zio Iroh, pattuglia le acque circostanti alla ricerca disperata dell'Avatar, una leggendaria figura immensamente potente che può dominare tutti e quattro gli elementi, mentre tutti gli altri dominatori ereditano solo la capacità di dominare un elemento singolo. Katara confida in Aang e vorrebbe saperne di più su come usare le sue abilità, ma è ostacolata dal fatto che lei è l'unica dominatrice dell'acqua della sua tribù. Aang allora le promette di portarla alla Tribù dell'acqua del nord per addestrarla. Un incontro casuale con una nave della Nazione del fuoco abbandonata rivela che Aang non è a conoscenza della guerra che è stata combattuta tra la Nazione del fuoco e le altre tre nazioni del mondo per 100 anni, una guerra iniziata con l'apparente annientamento dei Nomadi dell'Aria. Da ciò deducono che Aang deve essere stato congelato almeno per così tanto tempo. La coppia accende accidentalmente una trappola sulla nave, avvisando Zuko, che già sospettava che l'Avatar si trovasse nelle vicinanze.

Il ritorno dell'AvatarModifica

  • Titolo originale: The Avatar Returns
  • Diretto da: Dave Filoni
  • Scritto da: Michael Dante DiMartino, Bryan Konietzko

TramaModifica

Dopo aver attirato l'attenzione della Nazione del Fuoco nel villaggio, Aang viene bandito, nonostante le obiezioni di Katara. Zuko presto arriva al villaggio e chiede che l'Avatar si arrenda a lui. Aang ritorna al villaggio per difenderlo, dove rivela si essere, in effetti, l'Avatar. Si arrende quindi a Zuko a condizione che gli abitanti del villaggio siano lasciati in pace e Zuko acconsente. Katara e Sokka decidono quindi di inseguire Aang su Appa. A bordo della nave di Zuko, Aang è alla mercé di quest ultimo, ma alla fine riesce a liberarsi dalle guardie e combatte il principe esiliato nella sua stanza. Aang è quasi sconfitto da Zuko, viene sbalzato in acqua e quasi annega, ma si salva usando il dominio nell'aria e dell'acqua entrando nello stato dell'Avatar, uno stato in cui attinge tutto il potenziale di dominio delle sue vite passate dal ciclo della reincarnazione, permettendogli di manifestare un'incredibile abilità nel manipolare i quattro elementi. Con l'aiuto di Katara e Sokka, Aang fugge da Zuko. Mentre i tre vanno via su Appa, stabiliscono un percorso per il Polo Nord in modo che Aang e Katara possano imparare il dominio dell'acqua.

Il ciclo degli AvatarModifica

  • Titolo originale: The Southern Air Temple
  • Diretto da: Lauren MacMullan
  • Scritto da: Michael Dante DiMartino

TramaModifica

Aang non vede l'ora di tornare a casa sua, il Tempio dell'Aria Meridionale, nonostante gli avvertimenti di Katara secondo cui le cose potrebbero essere cambiate nei 100 anni trascorsi da quando era lì. Aang mostra il tempio a Katara e Sokka e ricorda il tempo con il suo mentore, il monaco Gyatso, mentre Katara cerca di nascondere ogni traccia della Nazione del Fuoco per risparmiare ad Aang la triste verità. I tre entrano quindi nel santuario del tempio, dove trovano le statue di tutti i precedenti Avatar (che sono anche le vite passate di Aang), così come un lemure volante. Mentre insegue il lemure, Aang scopre una stanza piena di elmetti della Nazione del Fuoco che circondano lo scheletro di Gyatso, ed entra nello stato dell'Avatar in preda al dolore. Una volta che Katara e Sokka lo calmano, si rendono conto che la Nazione del Fuoco ha ucciso tutti i dominatori dell'aria tranne lui. Quando lasciano il tempio, adottano il lemure come animale domestico e Aang lo chiama Momo. Nel frattempo, Zuko si ferma in una base della Nazione del Fuoco per effettuare riparazioni alla sua nave, dove viene salutato da Zhao, un comandante dell'esercito della Nazione del Fuoco. Zuko cerca di nascondere il fatto che ha visto l'Avatar, ma Zhao scopre la verità e si assume il compito di catturare l'Avatar stesso, ritenendo un fallimento Zuko. Zuko si rifiuta di accettarlo, poiché catturare l'Avatar è l'unico modo in cui può tornare dal suo esilio dalla Nazione del Fuoco. Le tensioni salgono tra i due, quindi si sfidano a vicenda in un duello di dominio del fuoco (noto come agni kai), che Zuko vince, anche se risparmia Zhao.

Le guerriere di KyoshiModifica

  • Titolo originale: The Warriors of Kyoshi
  • Diretto da: Giancarlo Volpe
  • Scritto da: Nick Malis

TramaModifica

Alla ricerca di una breve pausa dai loro viaggi, Aang porta la banda nell'isola Kyoshi del Regno della Terra, dove cerca di cavalcare una carpa-elefante, un grosso pesce che vive nelle acque circostanti. Tuttavia, il gruppo viene catturato dalle guerriere Kyoshi, un gruppo di guerrieri (composto interamente da ragazze) che proteggono l'isola. Ma sono liberati quando Aang dimostra di essere l'Avatar, che riesce a guadagnare rapidamente la riverenza tra gli abitanti dell'isola. Ma la sua popolarità, soprattutto tra le ragazze, gli dà presto alla testa, creando una frattura tra lui e Katara. Nel frattempo, Sokka è imbarazzato dopo essere stato battuto dalle ragazze durante l'allenamento al combattimento e si sforza di dimostrare di essere più forte delle guerriere Kyoshi. Dopo essersi messo in ridicolo, mette da parte il suo orgoglio e chiede rispettosamente di essere addestrato dal loro capo, Suki, che accetta. Il desiderio di popolarità di Aang presto mette se stesso e Katara a rischio quando tenta di cavalcare l'Unagi, mettendo in pericolo anche l'intera isola quando Zuko ottiene la notizia della sua posizione. Zuko sferra un attacco, ma Aang, Katara e Sokka riescono tutti a fuggire prima che l'intera isola venga decimata dall'offensiva della Nazione del Fuoco.

Il re di OmashuModifica

  • Titolo originale: The King of Omashu
  • Diretto da: Anthony Lioi
  • Scritto da: John O'Bryan

TramaModifica

La prossima tappa del viaggio del gruppo in tutto il mondo è la città del Regno della Terra Omashu. Lì, Aang mostra Katara e Sokka il sistema di consegna della posta di Omashu, una strada fatta di ripide discese e salite di pietra che lui e il suo amico Bumi (nota: una parola hindi che significa "Terra") una volta avevano cavalcato per divertimento cent'anni prima. Il trio fa una prova sugli scivoli ma finisce nei guai dopo aver distrutto il carrello di un mercante di cavoli. Portati di fronte al re della città, un uomo vecchio e stravagante di notevole abilità e forza nel dominio della terra, ai tre viene inaspettatamente dato un banchetto, durante il quale diventa evidente che il re sospetta che Aang sia l'Avatar. Quando i sospetti del re sono confermati, imprigiona i tre e mette alla prova Aang attraverso tre sfide mortali per testare le sue abilità e guadagnarsi la libertà, incluso un duello con il re stesso. Dopo che Aang supera tutte le sfide, si rende conto che il re è il suo vecchio amico Bumi. Questo rivela che Aang e i suoi amici non sono mai stati in alcun pericolo reale, ma che ha sentito il bisogno di fornire qualche esempio del ruolo pesante che Aang doveva assumere come Avatar.

ImprigionatiModifica

  • Titolo originale: Imprisoned
  • Diretto da: Dave Filoni
  • Scritto da: Matt Hubbard

TramaModifica

Aang, Katara e Sokka si accampano vicino a una piccola città del Regno della Terra dove incontrano un giovane dominatore della terra chiamata Haru. Tuttavia, la città è occupata dalla Nazione del Fuoco, e il dominio della terra è fuorilegge. Katara convince Haru a salvare un vecchio usando il suo dominio, il quale poi la stessa notte farà arrestare il giovane. Katara quindi escogita un piano per salvare Haru facendosi arrestare per aver usato il dominio della terra, che finge con l'aiuto di Aang. Quando arriva alla prigione della Nazione del Fuoco, una fortezza metallica che rende inefficace il dominio della terra, scopre che tutti i prigionieri hanno perso la speranza a causa della loro incapacità di dominare. Ma Katara conduce con successo una ribellione con l'aiuto di Aang e Sokka, portando ai prigionieri del carbone. Tutti i dominatori della terra scappano e tornano nelle loro città occupate con piani di ribellione contro l'occupazione della Nazione del Fuoco.

Il solstizio d'inverno (prima parte) - Lo spirito della forestaModifica

  • Titolo originale: Winter Solstice, Part 1: The Spirit World
  • Diretto da: Lauren MacMullan
  • Scritto da: Aaron Ehasz

TramaModifica

Aang si ritrova in un piccolo villaggio del Regno della Terra che viene attaccato da Hei Bai, un mostro del Mondo degli spiriti. Gli abitanti del villaggio credono che Aang possa fare pace con lo spirito, poiché si dice che l'Avatar sia il ponte tra il mondo fisico e quello spirituale. Aang cerca invano di calmare il mostro, che rapisce Sokka durante il suo attacco al villaggio. Aang lo insegue, ma viene messo fuori combattimento e finisce nel mondo degli spiriti, dal quale non può essere visto o sentito. Mentre è lì, gli viene detto che l'Avatar Roku ha un messaggio per lui il giorno del solstizio d'inverno. Dopo il ritorno, Aang procede a calmare lo spirito offensivo, ripristinando la pace nel villaggio. Altrove, Iroh viene catturato dai soldati del Regno della Terra mentre si fa il bagno in una sorgente calda. I soldati hanno in programma di portarlo nella capitale del Regno della Terra, Ba Sing Se, per affrontare la giustizia, ma Iroh si rivela un dominatore del fuoco immensamente formidabile, anche se incatenato. Zuko alla fine raggiunge i soldati per aiutarlo a liberarsi, abbandonando per un po' la sua caccia all'Avatar.

Il solstizio d'inverno (seconda parte) - L'Avatar RokuModifica

  • Titolo originale: Winter Solstice, Part 2: Avatar Roku
  • Diretto da: Giancarlo Volpe
  • Scritto da: Michael Dante DiMartino

TramaModifica

Aang, Katara e Sokka si recano al Tempio del Fuoco su un'isola all'interno delle acque della Nazione del Fuoco, in modo che Aang possa ricevere un messaggio da Avatar Roku prima del tramonto. I tre sono attaccati a un blocco guidato da Zhao, ma ce la fanno con successo. Zuko li persegue anche attraverso il blocco, nonostante sia stato bandito dalla Nazione del Fuoco. Quando i tre arrivano al tempio, scoprono presto che i saggi del fuoco, i servitori del tempio, non sono più leali all'Avatar, ma al Signore del Fuoco, il capo della Nazione del Fuoco. I saggi attaccano, ma uno di loro dimostra di essere ancora fedele all'Avatar e li conduce al santuario del tempio. Aang riesce ad entrare nel santuario dopo essere fuggito per poco dalla cattura di Zuko e degli altri saggi, che catturano Sokka e Katara. Zhao arriva poco dopo, con l'intenzione di catturare sia Zuko che Aang. L'Avatar Roku appare ad Aang e lo informa della "cometa di Sozin", che tornerà in meno di un anno e darà alla Nazione del Fuoco il potere di finire la guerra con un brutale assalto; la cometa aumenta notevolmente il potere di tutti i dominatori del fuoco per un breve periodo, ed è stato con questo potere che la Nazione del Fuoco ha distrutto i Nomadi dell'Aria 100 anni prima. Per evitare il ripetersi di questa catastrofe, Aang deve dominare tutti e quattro gli elementi e sconfiggere il Signore del Fuoco prima del ritorno della cometa. Lo spirito di Roku si manifesta poi nel corpo di Aang, respingendo le forze di Zhao con un'incredibile dimostrazione di dominio che distrugge il tempio mentre Aang, Katara, Sokka e Zuko fuggono via.

Il dominio dell'acquaModifica

  • Titolo originale: The Waterbending Scroll
  • Diretto da: Anthony Lioi
  • Scritto da: John O'Bryan

TramaModifica

Aang comincia ad agitarsi per il fatto che deve padroneggiare tutti gli elementi per sconfiggere il Signore del Fuoco in meno di un anno, quindi Katara inizia ad insegnare il dominio dell'acqua ad Aang, nonostante il suo addestramento limitato. Ma con grande dispiacere di Katara, il dominio dell'acqua viene naturalmente ad Aang. Più tardi, mentre è in città per comprare provviste, Katara trova una pergamena del dominio dell'acqua in un negozio gestito dai pirati, che lei ruba. Katara quindi si sforza per imparare la tecnica nella pergamena, a differenza di Aang che apprende molto più in fretta, frustrando ulteriormente Katara. Nel frattempo, Zuko incontra i pirati e accetta di aiutarli a trovare Aang e la pergamena. Presto trovano e catturano Aang, Katara e Sokka, ma quest'ultimo mette i pirati contro Zuko, e i tre scappano nel combattimento successivo, grazie anche ad Aang e Katara che usano le loro abilità di dominio dell'acqua appena sviluppate.

JetModifica

  • Titolo originale: Jet
  • Diretto da: Dave Filoni
  • Scritto da: James Eagan

TramaModifica

Una banda di guerriglieri, guidati da Jet, salva Aang, Katara e Sokka da un piccolo gruppo di soldati della Nazione del Fuoco. Jet invita la squadra al nascondiglio dei Combattenti per la libertà, dove il gruppo pianifica i suoi attacchi. Jet e Katara formano un legame istantaneo, ma Sokka sospetta di Jet, che porta il giovane ribelle a tentare Sokka con alcune missioni. Il suo piano fallisce, con Sokka sempre più preoccupato per le motivazioni e i veri obiettivi di Jet. Aang e Katara decidono di aiutare Jet nei suoi sforzi per "salvare" una vicina città del Regno della Terra, ma il vero intento di Jet è di inondare il villaggio, sacrificando la vita di civili innocenti per distruggere la guarnigione della Nazione del Fuoco. Tuttavia, Sokka riesce a evacuare i cittadini della città, della Terra e del Fuoco allo stesso modo, in tempo per far fallire il piano di Jet.

Il grande caynonModifica

  • Titolo originale: The Great Divide
  • Diretto da: Giancarlo Volpe
  • Scritto da: John O'Bryan

TramaModifica

La prossima destinazione dei protagonisti, che ora si sta definendo "team Avatar", è il grande canyon, il più grande del mondo. Il gruppo inizia a litigare, quindi Aang decide di mettere alla prova le sue abilità diplomatiche, visto che un Avatar dovrebbe essere un conciliatore e un promotore di pace. Risolve con successo le loro controversie minori, ma le abilità di Aang sono presto messe a dura prova quando due tribù del Regno della Terra, che sono state in una faida da 100 anni, sono costrette da una calamità ambientale ad attraversare il canyon insieme. Aang invia Appa con le persone più bisognose delle due tribù e, con l'aiuto di un esperto conoscitore dominatore della terra, guida il resto attraverso il vasto e arido paesaggio. Alla fine, Aang è in grado di porre fine alla faida, e le due tribù viaggiano insieme nella famosa capitale del Regno della Terra, Ba Sing Se.

La tempestaModifica

  • Titolo originale: The Storm
  • Diretto da: Lauren MacMullan
  • Scritto da: Aaron Ehasz

TramaModifica

Il gruppo ha bisogno di soldi, quindi Sokka decide di aiutare un pescatore disposto a pagarlo per aiutarlo nel suo prossimo viaggio di pesca, anche se una tempesta sembra imminente. Il pescatore riconosce Aang come l'Avatar "che ha voltato le spalle al mondo". Aang fugge per il senso di colpa, ma Katara riesce a rintracciarlo. Aang rivela a Katara che i monaci del Tempio dell'Aria Meridionale volevano mandarlo al Tempio dell'Aria Orientale per separarlo da Monk Gyatso, l'unica persona a cui Aang si sentisse interessato da lui come persona, anziché come Avatar. Ciò ha portato Aang a scappare di casa e, dopo essere stato sorpreso da una terribile tempesta, alla fine ha sigillato se stesso e Appa nell'iceberg. Nel frattempo, sulla nave di Zuko, l'equipaggio di Zuko inizia a mettere in dubbio la sua leadership, fino a quando Iroh spiega che il Principe era segnato, non in un incidente di addestramento come sono stati indotti a credere, ma in un agni-kai con suo padre. Suo padre si era offeso quando Zuko aveva parlato in un incontro con i suoi generali. Quando Zuko si rifiutò di combattere, suo padre gli diede le terribili ustioni che coprivano gran parte della sua faccia e poi lo bandirono. A Zuko è stato comandato di non tornare mai a meno che non abbia trovato e catturato l'Avatar. Quando la tempesta colpisce, Sokka e il vecchio quasi annegano, ma vengono salvati da Aang e Katara. Aang è costretto ad entrare nello Stato Avatar, rispecchiando gli eventi che lo hanno portato a rimanere intrappolato nell'iceberg per cento anni, ma questa volta è in grado di scappare da solo con il vecchio, Sokka e Katara. Zuko agisce anche eroicamente quando la sua nave viene colpita da un fulmine. Un membro del suo equipaggio rimane intrappolato sul ponte e Zuko è in grado di salvare l'equipaggio con l'aiuto del tenente. Anche Iroh usa la sua flessione per reindirizzare i fulmini lontano dalla nave, una forma incredibilmente rara e avanzata di tecnica di estinzione del fuoco. Zuko vede quindi Aang volare via su Appa, ma decide di non inseguirli per mettere in salvo il suo equipaggio.

Lo spirito bluModifica

  • Titolo originale: The Blue Spirit
  • Diretto da: Dave Filoni
  • Scritto da: Michael Dante DiMartino, Bryan Konietzko

TramaModifica

Sokka soffre di una malattia a causa della sua esposizione all'ambiente durante la tempesta. Quando anche Katara inizia a contrarre la malattia, Aang si reca presso un istituto erboristico nelle vicinanze nella speranza di trovare una cura per i suoi amici. Sulla strada per trovare il rimedio consigliato dall'erborista (le rane congelate che gli ammalati devono tenere in bocca), Aang viene rapito da un gruppo di arcieri Yuu Yan della Nazione del Fuoco, comandati dal neo-promosso ammiraglio Zhao. Tuttavia, un uomo mascherato salva Aang da Zhao. Lo "Spirito blu" viene messo fuori combattimento durante la fuga e Aang scopre che in realtà si tratta del principe Zuko. Aang gli offre l'amicizia, ma se ne va quando viene violentemente respinto.

L'indovinaModifica

  • Titolo originale: The Fortuneteller
  • Diretto da: Dave Filoni
  • Scritto da: Aaron Ehasz, John O'Bryan

TramaModifica

Katara, Aang e Sokka entrano in un villaggio che si basa esclusivamente sulle predizioni di un indovino, zia Wu. Sokka è scettico e rifiuta di credere a tutto ciò che dice il chiromante, e cerca di smentire tutte le previsioni che fa. Katara, d'altra parte, è ossessionata, e continua a tornare al predetto per ulteriori pronostici sulla sua vita amorosa. Aang, che è rimasto colpito da Katara, cerca di attirare la sua attenzione dappertutto, con scarso successo; alla fine tenta di recuperare un fiore raro dal bordo di un vicino vulcano, che si rivela essere sul punto di scoppiare - una diretta contraddizione con le previsioni di zia Wu. Katara e Aang usano il waterbending per manipolare le nuvole come avvertimento per gli abitanti del villaggio, e il gruppo riesce a evacuare il villaggio prima che il vulcano esploda. Mentre la lava arriva verso la città, Aang la respinge con una forte spinta aerea, guadagnandosi le lodi di Sokka che lo definisce “Un potente Dominatore” . Ciò attira l'attenzione di Katara, poiché in precedenza zia Wu aveva predetto che avrebbe sposato un "potente Dominatore ".

Bato della Tribù dell'AcquaModifica

  • Titolo originale: Bato of the Water Tribe
  • Diretto da: Giancarlo Volpe
  • Scritto da: Ian Wilcox

TramaModifica

Sokka, Aang e Katara trovano una flotta di navi della Tribù dell'Acqua apparentemente abbandonata. Accampati in barca, Sokka e Katara sono felicissimi quando saranno presto raggiunti da Bato, un vecchio amico di Katara e il padre di Sokka, Hakoda, e un membro della Southern Water Tribe. Mentre ricordano i vecchi tempi, Aang si sente escluso; quando un messaggero arriva con un messaggio da Hakoda, con le istruzioni per trovarlo, Aang lo intercetta e lo tiene per sé, temendo che lo abbandoneranno. Più tardi arriva pulito sul messaggio, ma Sokka, furioso con Aang per averlo tenuto da loro, è insistente per andarsene a cercare suo padre. Nel frattempo, Zuko trova un cacciatore di taglie, June, per aiutarlo a rintracciare l'Avatar, utilizzando una grande montatura da rettile con un potente olfatto. Ciò porta ad una schermaglia, con Katara e Sokka che ritornano per salvare Aang e riprendono il loro viaggio collettivo al Polo Nord.

Il maestro del dominio del fuocoModifica

  • Titolo originale: The Deserter
  • Diretto da: Lauren MacMullan
  • Scritto da: Tim Hedrick

TramaModifica

Il Team Avatar arriva in una città della Nazione del Fuoco, che ospita un festival della cultura della Nazione del Fuoco. Sfortunatamente, l'identità di Aang viene scoperta, ma uno strano uomo, Chey, aiuta la banda a fuggire. Chey dice al trio di "il disertore", un uomo di nome Jeong Jeong che è il primo uomo a disertare l'esercito della Nazione di Fuoco ea vivere. Ancora più importante, è un potente maestro del fuoco che non è alleato con la nazione del fuoco. Tuttavia, Jeong Jeong inizialmente si rifiuta di insegnare ad Aang perché è ancora perseguitato dalla sua incapacità di insegnare l'autocontrollo a uno studente precedente. È solo quando Avatar Roku interviene che Jeong Jeong acconsente ad insegnare Aang. Aang, purtroppo, dimostra le difficoltà con la rigida disciplina richiesta per il firebending sicuro e brucia accidentalmente Katara. Ciò porta Katara a rendersi conto che può usare il suo waterbending per guarire, ma Aang ciononostante considera il Firebending come pericoloso e promette di non ricorrere mai più. Nel frattempo, Aang è rintracciato dall'ammiraglio Zhao, che si rivela essere l'ex studente indisciplinato di Jeong Jeong. Combatte contro Aang, ma Aang è in grado di sfuggirgli usando la mancanza di autocontrollo di Zhao contro di lui e fa sì che Zhao bruci la propria nave.

Il Tempio dell'Aria del NordModifica

  • Titolo originale: The Northern Air Temple
  • Diretto da: Dave Filoni
  • Scritto da: Elizabeth Welch Ehasz

TramaModifica

Un narratore racconta alla banda di un gruppo di persone che viaggiano nell'aria. Secondo la storia, queste persone risiedono al Tempio dell'Aria settentrionale. Il gruppo decide di controllarlo, ma sono deluso dall'apprendere che le persone "volanti" non sono nomadi dell'aria, ma solo un popolo che ha imparato a usare gli alianti sulle forti correnti d'aria attorno al tempio. Aang è rattristato dal fatto che il Tempio dell'Aria settentrionale sia cambiato in modo così drammatico da quando ha visitato più di 100 anni fa, come i suoi attuali abitanti l'hanno ampiamente ristrutturato, spesso abbattendo muri e architetture ornate dei Nomadi dell'Aria per ospitare tubi di vapore che spingono i loro esperimenti rudimentali con la pressione del vapore. Teo, un giovane paraplegico, convince Aang ad aprire l'unica area rimanente del tempio rimasta intatta. Aang è scioccato nel vedere che la stanza "intoccata" è in realtà piena di dozzine di invenzioni con le insegne della Nazione del Fuoco su di esse. Il Meccanico, padre di Teo, ingegnere esperto e inventore, confessa di aiutare la nazione del fuoco costruendo armi in cambio della sicurezza di suo figlio e del suo popolo. Quando la nazione del fuoco arriva per raccogliere la loro ultima invenzione, Aang dice loro di andarsene. La nazione del fuoco procede a lanciare un attacco contro il tempio, ma Aang e gli abitanti del villaggio riescono a difendersi con successo dall'attacco. La Nazione del Fuoco, tuttavia, riesce a recuperare la più recente invenzione del Meccanico, un pallone di guerra.

Il maestro del dominio dell'acquaModifica

  • Titolo originale: The Waterbending Master
  • Diretto da: Giancarlo Volpe
  • Scritto da: Michael Dante DiMartino

TramaModifica

Dopo il viaggio verso il Tempio dell'Aria settentrionale, il gruppo si aggira intorno alle acque che circondano il Polo Nord, alla ricerca della Tribù dell'Acqua del Nord. Incontrano un gruppo di dominatori dell'acqua della tribù, che indicano loro la strada. All'arrivo, la banda viene accolta calorosamente dai cittadini della Tribù dell'Acqua del Nord, e il capo organizza una grande festa in loro onore. Sokka incontra Yue, un'affascinante principessa della quale si innamora. Aang e Katara cercano di imparare il dominio dell'acqua da un maestro di nome Pakku, ma si rifiuta di insegnare a Katara a causa di ridicole usanze; le donne della Tribù dell'Acqua del Nord vengono addestrate solo come guaritrici, mentre l'addestramento marziale è riservato agli uomini. Katara si rifiuta di essere vincolata dall'abitudine e sfida Pakku a un duello, dimostrando le sue notevoli abilità e potenzialità. Osservando il ciondolo di Katara, dato a lei da sua madre, Pakku capisce che Katara è la nipote della suo ex fidanzata, la quale non apprezzava le usanze retrograde della Tribù dell'Acqua del Nord e quindi partì per la Tribù dell'Acqua del Sud. Rinfrancato dal ricordo della sua ex fidanzata e dalla notizia che lei è ancora viva, oltre che impressionato dalle capacità di combattimento di Katara, Pakku si placa e accetta di addestrarla. Nel frattempo, l'Ammiraglio Zhao assume alcuni pirati per assassinare Zuko. Iroh si finge alleato di Zhao, aiuta suo nipote a fingere la morte e ad intrufolarsi sulla nave principale di Zhao mentre la sua flotta si allontana per attaccare il Nord.

L'assedio del Nord (prima parte)Modifica

  • Titolo originale: The Siege of the North, Part 1
  • Diretto da: Lauren MacMullan
  • Scritto da: John O'Bryan

TramaModifica

Mentre le forze della Nazione del Fuoco si avvicinano alla Tribù dell'Acqua del Nord, i leader e i cittadini si affrettano a trovare un modo per difendersi contro l'armata. Mentre la notte comincia a calare, l'ammiraglio Zhao decide di ascoltare il consiglio di Iroh e fermare l'attacco poiché i dominatori dell'acqua sono più forti al chiaro di luna. Zuko lascia la nave di Zhao e si infiltra da solo nella tribù, cercando di catturare Aang. L'Avatar crede che entrare nel mondo degli spiriti e parlare agli spiriti dell'oceano e della luna potrebbero dargli la saggezza per sconfiggere la Nazione del Fuoco. Tuttavia, dopo che lo spirito di Aang parte per il mondo degli spiriti, Zuko arriva per rapire il suo corpo; nonostante la severa resistenza di Katara, riesce a portare l'Avatar con se mentre la Nazione del Fuoco, più forte alla luce del sole, inizia il suo attacco.

L'assedio del Nord (seconda parte)Modifica

  • Titolo originale: The Siege of the North, Part 2
  • Diretto da: Dave Filoni
  • Scritto da: Aaron Ehasz

TramaModifica

Zuko lotta per trovare riparo dalle temperature gelide del Polo Nord, mentre Sokka, Katara e Yue cercano lui e Aang. Nella fortezza della Tribù dell'Acqua del Nord, i dominatori del fuoco e i carri armati della Nazione del Fuoco riescono a infiltrarsi nella città. Quando Aang ritorna dal Mondo degli Spiriti, Sokka, Katara e Yue sono in grado di seguire il suo spirito nel suo corpo. L'ammiraglio Zhao uccide lo spirito della luna, Tui, nonostante gli avvertimenti di Aang e Iroh, che spiegano che tutto il mondo dipende dalla luna. Senza la luna i dominatori dell'acqua perdono la loro capacità di dominarla. Aang entra nello Stato Avatar e, unendosi allo spirito dell'oceano La, decima l'armata della Nazione del Fuoco, con l'eccezione di Iroh e Zuko e respingendo le navi danneggiate sopravvissute verso il mare con massicce ondate di marea. Zuko trova e combatte Zhao, mentre Iroh rimane con il team Avatar per cercare di far rivivere Tui. Riconosce che Yue è stata salvata dallo spirito della luna da piccola, spiegando così il perché dei capelli bianchi, e Yue restituisce quella scintilla di vita che lo spirito le ha dato, sacrificandosi per salvare lo spirito della luna dopo aver condiviso un ultimo bacio con Sokka. Zhao viene trascinato sott'acqua dallo apirito dell'oceano in rappresaglia per aver ucciso lo spirito della luna, rifiutando di accettare l'aiuto di Zuko quando tenta di salvarlo. Alla fine dell'episodio, il Signore del Fuoco Ozai, il padre di Zuko, assegna alla sorella di Zuko, Azula, una missione: dare la caccia allo zio e al fratello traditori.

NoteModifica

  1. ^ (EN) Avatar Sneak Peak, Nickelodeon. URL consultato il 29 maggio 2008 (archiviato il 18 ottobre 2007).
  2. ^ (EN) Tory Ireland Mell, The Siege of the North — Part 2 Review, IGN Entertainment, 27 maggio 2008. URL consultato il 26 febbraio 2009 (archiviato il 23 February 2009).
  3. ^ (EN) Ryan Ball, Cartoons on the Bay Picks Winners, in Animation Magazine, Animation Magazine, 3 maggio 2005. URL consultato l'8 dicembre 2007 (archiviato l'11 December 2007).
  4. ^ (EN) Pamela McClintock e Gabriel Snyder, Shyamalan's 'Avatar' also to bigscreen, Variety.com, 8 gennaio 2007. URL consultato il 29 giugno 2008 (archiviato il 10 aprile 2008).
  5. ^ (EN) Jay A. Fernandez, Four more land 'Airbender' roles, in The Hollywood Reporter, 15 marzo 2009. URL consultato il 3 aprile 2009 (archiviato dall'url originale il 5 aprile 2009).

Altri progettiModifica