Apri il menu principale

BiografiaModifica

Studiò al Conservatorio della Pietà dei Turchini a Napoli, con Nicola Sala e Giacomo Tritto, divenendo poi insegnante nello stesso conservatorio. In seguito a problemi giudiziari riparò nel Nord Italia, dove fece rappresentare sette opere con discreto successo[2]. Nel 1823 fu chiamato a Novara come maestro di cappella in San Gaudenzio e si dedicò solo alla musica sacra, in cui diede prove più convincenti rispetto alla musica per il teatro.[3]

ComposizioniModifica

OpereModifica

AltroModifica

  • L'uomo contento, quando è in grazia di Dio, cantata dal Salmo XCIX per soprano, contralto e orchestra, Napoli, 1795
  • Christus, inno per la Settimana Santa per soprano, coro e orchestra, Napoli, 1797
  • Cantata per la concezione, per voce e orchestra, 1808
  • Tre messe (per tre e quattro voci e orchestra)
  • Concerto per pianoforte
  • Sinfonia per valzer per pianoforte

Altre composizioni sacre e strumentali

NoteModifica

  1. ^ C. Ambìveri, in Operisti minori, riporta Milano 1824 come luogo e anno di morte
  2. ^ Ambiveri, Operisti minori
  3. ^ Beghelli, Grove

BibliografiaModifica

  • Marco Beghelli: Paganini, Ercole, in The new Grove Dictionary of Music and Musicians, 2001
  • Corrado Ambìveri, Ercole Paganini, in Operisti minori dell'Ottocento Italiano, Roma, Gremese Editore, 1998, ISBN 978-88-774-2263-7.

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN27404343 · ISNI (EN0000 0003 8511 6178 · SBN IT\ICCU\MUSV\049049 · LCCN (ENn97863725 · BAV ADV12469545 · WorldCat Identities (ENn97-863725
  Portale Biografie: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di biografie