Esarcato patriarcale del Kuwait

L'esarcato patriarcale del Kuwait è una sede della Chiesa cattolica in Kuwait immediatamente soggetta al patriarcato di Antiochia dei Melchiti. Nel 2005 contava 800 battezzati[1]. È retto dall'esarca Boutros Gharib.

Esarcato patriarcale del Kuwait
Chiesa melchita
Suffraganea delpatriarcato di Antiochia
 
EsarcaBoutros Gharib
Presbiteri1, regolare
 
StatoKuwait
 
Erezione25 marzo 1972
Ritobizantino
IndirizzoVicariat Patriarcal Grec-Melkite Catholique, Salwa Block 12, St. 6 N. House 58, P.O. Box 1205, Salamieh 22013, Kuwait
Sito webwww.rcckw.com
Dati dall'Annuario pontificio 2015 (ch · gc)
Chiesa cattolica in Kuwait

Territorio modifica

L'esarcato patriarcale estende la sua giurisdizione sui fedeli cattolici melchiti del Kuwait.

Esiste una sola parrocchia, a Kuwait City.

Storia modifica

A partire dalla seconda metà del Novecento si formò in Kuwait una comunità di greco-cattolici, per lo più lavoratori arabi delle regioni vicine. Il servizio religioso era assicurato, almeno inizialmente, dai vicari apostolici latini.

Il 25 marzo 1972 il patriarca Maximos V Hakim eresse l'esarcato patriarcale, nominando come primo esarca l'archimandrita Basile Kanakri, del clero di Damasco, a cui succedette, il 9 agosto 2002, Boutros Gharib del clero di Beirut.

Cronotassi degli esarchi modifica

Si omettono i periodi di sede vacante non superiori ai 2 anni o non storicamente accertati.

  • Basil Kanakri (25 marzo 1972 - 2002 ritirato)
  • Boutros Gharib, dal 9 agosto 2002

Statistiche modifica

L'esarcato patriarcale nel 2005 contava 800 battezzati.

anno popolazione presbiteri diaconi religiosi parrocchie
battezzati totale % numero secolari regolari battezzati per presbitero uomini donne
2005 800 ? ? 1 1 800 1

Note modifica

  1. ^ L'Annuario pontificio del 2015 non riporta dati statistici.

Bibliografia modifica

Collegamenti esterni modifica

  Portale Diocesi: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di diocesi