Apri il menu principale

Ester Ferrabini

cantante lirica italiana
Ester Ferrabini in una pubblicazione del 1922.

Ester Ada Maria Ferrabini (Venezia, 12 ottobre 1885Santa Margherita Ligure, 28 luglio 1984) è stata una cantante lirica italiana.

InfanziaModifica

Ester Ada Maria Ferrabini nacque a Venezia, figlia di Marcello Ferrabini, professore universitario, e di Lucina Pivetta Ferrabini, studiò canto con Angelina Ortolani Tiberini[1].

 
Ester Ferrabini nel ruolo di Carmen, in una pubblicazione del 1917.

CarrieraModifica

Fece il suo esordio operistico nel 1905 a Brescia al quale seguì il tour del Nord America con la compagnia Ruggero Leoncavallo nel 1906, che la portò a trasferirsi negli Stati Uniti nel 1908. Venne associata soprattutto al ruolo di Mimi in La bohème e al ruolo principale in Carmen[2]. Girò l'America occidentale nel 1917[3] insieme con Maggie Teyte e Nina Morgana nella compagnia di La Scala[4][5], tour seguito da Città del Messico, sempre nel 1917[6]. La sua ultima vera esibizione venne considerata quella di Boston, in Carmen nel 1924, anche se l'anno seguente si esibì nuovamente in un concerto di beneficenza per veterani di guerra italiani, nella stessa città[1]. È noto di aver fatto almeno due registrazioni[7].

 
Ester Ferrabini in una pubblicazione del 1917.

In seguito al matrimonio si stabilì a Montréal per due anni, mentre suo marito era direttore musicale della National Opera Company del Canada[8], trasferendosi in seguito a Boston, quando suo marito diventò direttore della Boston Pops Orchestra[9] entrando a far parte della facoltà del Conservatorio della città nel 1920, incoraggiata dal marito[10].

Arthur Fiedler, un altro direttore d'orchestra di Boston, ricordò affettuosamente Ferrabini, dicendo: "Era una cantante molto brava, una bella voce, era una donna molto attraente, alta e maestosa, bella figura, per nulla sciatta, prepotente, ma molto comprensiva, molto femminile"[1]. L'architetto Edgar Irving Williams scrisse a suo fratello William Carlos Williams di aver visto Ester Ferrabini esibirsi nel 1906: "Non sono mai stato così colpito, ero tutto preso. Parlo di una concentrata miscela di bellezza, forma e suono. Lei è la perfezione. Che testa, collo, spalle, posa e che voce!"[11].

Vita privataModifica

Ester Ferrabini sposò il collega musicista Agide Jacchia nel 1911; la loro figlia Elsa nacque nel 1912. Ritornò sul palcoscenico a poche settimane dalla nascita di Elsa, e nel 1917 fece esibire la figlia insieme con lei sul palco in una produzione di Madama Butterfly. Nel 1928 tornò in Italia con il marito, che morì nel 1932. Da vedova, Ferrabini visse con la figlia e i nipoti a Santa Margherita Ligure, vicino a Portofino, dove morì nel 1984 all'età di 98 anni[1].

NoteModifica

  1. ^ a b c d Jim McPherson, "Out of the Shadows: Ester Ferrabini" Opera Quarterly 17(1)(Winter 2001): p.28-42
  2. ^ "New Carmen Appears: Ester Ferrabini a Dramatic Heroine in San Carlo Production" New York Times (September 6, 1917): 8
  3. ^ "Mme. Ferrabini With La Scala Company" Pacific Coast Musical Review (October 6, 1917): 8
  4. ^ "La Scala Opera Wins Approval in San Francisco" Musical Courier (November 8, 1917): p.28
  5. ^ "La Scala Opera in Seattle" Musical America (October 27, 1917): p.48
  6. ^ "Mme. Ferrabini to Sing in Opera in Mexico City" Musical America (June 23, 1917): p.37
  7. ^ A 1910 recording of Ester Ferrabini on wax cylinder, in the William R. Moran collection, UCSB Cylinder Audio Archive
  8. ^ "Grand Opera Comes to the Princess" The Gazette (September 9, 1916): p.3, Newspapers.com
  9. ^ "Ester Ferrabini's Boston Success" Musical Courier (July 5, 1917): 16
  10. ^ "Boston Conservatory Celebrates Women’s History Month with Nod to Founder Julius Eichberg’s Work for Gender Equality" Boston Conservatory at Berklee (March 14, 2017)
  11. ^ Letter dated October 24, 1906, The Letters of William Carlos Williams to Edgar Irving Williams, 1902-1912 (Associated University Presse 2009): 106

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN232595662 · WorldCat Identities (EN232595662