Apri il menu principale
Foto segnaletica di Ethel Greenglass

Ethel Greenglass, coniugata Rosenberg (New York, 28 settembre 1915Penitenziario di Sing Sing, 19 giugno 1953), è stata un'attivista comunista statunitense.

BiografiaModifica

Aspirante attrice e cantante, dovette però accontentarsi di un impiego da segretaria in una società di spedizioni. Interessata alle lotte sindacali, aderì sin da giovane alla Lega dei giovani comunisti.

A seguito del Caso Rosenberg, il 5 aprile 1951 venne condannata a morte insieme al marito Julius Rosenberg[1] per spionaggio a favore dell'Unione Sovietica. Nonostante i molti appelli internazionali per ottenere la grazia, la sentenza di morte venne eseguita, insieme a quella del marito, il 19 giugno 1953 nel Penitenziario di Sing Sing, a New York, tramite sedia elettrica.[2]

Il cantante Bob Dylan, nel 1983, compose per Ethel Greenglass ed il marito Julius Rosenberg la canzone Julius and Ethel[3], che però non fu inclusa nell'album in uscita quell'anno né pubblicata ufficialmente.

NoteModifica

  1. ^ (EN) L'edizione del 6 aprile 1951 del New York Times che riporta nell'articolo di spalla, la condanna a morte dei coniugi Rosenberg, nytimes.com. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  2. ^ I Rosenberg e la bomba atomica, ilpost.it, 19 giugno 2013. URL consultato il 16 gennaio 2016.
  3. ^ Il testo e la traduzione della canzone di Bob Dylan, maggiesfarm.it. URL consultato il 16 gennaio 2016.

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN54238154 · ISNI (EN0000 0001 1570 7816 · LCCN (ENn50048377 · GND (DE119387573 · BNF (FRcb12427293m (data) · NLA (EN36091313 · NDL (ENJA00525665 · WorldCat Identities (ENn50-048377