Eubea (figlia di Asopo)

personaggio della mitologia greca, figlia di Asopo

Eubea (in greco antico: Εὔβοια?, Éuboia) o Calcide (in greco antico: Χαλκίς?, Khalkís) è un personaggio della mitologia greca. È l'eponima dell'isola di Eubea[1].

Eubea
Nome orig.Εὔβοια
Caratteristiche immaginarie
SpecieNinfa naiade
SessoFemmina
Luogo di nascitaBeozia

Genealogia modifica

Figlia di Asopo e Metope[2].

Non sono noti sposi o progenie.

Mitologia modifica

È una ninfa naiade delle sorgenti, dei pozzi e delle fontane del paese di Calcide[1] e fu rapita da Poseidone per essere trasformata nell'isola di Eubea[3].

Secondo Karl Tümpel, la leggenda di questo personaggio corrisponde ad con il trasferimento del mito Argivo di Io in Eubea e dove le nutrici di Era (tra cui Eubea), divennero note sull'isola[4].

Note modifica

  1. ^ a b (EN) Theoi, su theoi.com. URL consultato il 3 giugno 2019.
  2. ^ (EN) Diodoro Siculo, Biblioteca Historica IV, 72,1, su theoi.com. URL consultato il 10 giugno 2019.
  3. ^ Nonno di Panopoli, Dionysiaca 42.411
  4. ^ Karl Tümpel, Euboia 4 tratto da Pauly-Wissowa, Paulys Realencyclopädie der classischen Altertumswissenschaft VI,1, Stoccarda 1907, Sp. 857 f

Collegamenti esterni modifica

  Portale Mitologia greca: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di mitologia greca