Apri il menu principale

Eugenio Bozzello Verole

politico italiano
Eugenio Bozzello Verole
Eugenio Bozzello Verole.jpg

Senatore della Repubblica Italiana
Legislature VIII, IX, X
Gruppo
parlamentare
Partito Socialista Italiano
Coalizione Pentapartito
Circoscrizione Piemonte
Collegio Ivrea
Incarichi parlamentari
  • Questore del Senato
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico PSI
Professione impiegato, operaio

Eugenio Bozzello Verole (Castellamonte, 30 agosto 1928) è un politico italiano. Sindaco di Castellamonte dal 1980 al 1985, dal '90 al 91 e dal 2002 al 2007, è stato senatore della Repubblica per tre legislature e più volte consigliere comunale e anche dal 2007 al 2012 sempre a Castellamonte.

Incarichi pubbliciModifica

Delegato Commissione interna FIAT e del direttivo Provinciale Fiom CGIL;

dal 1968 al 1970 Segretario Federazione PSI Provinciale di Torino;

dal 1968 Membro del Comitato Centrale del PSI;

dal 1962 al 1972 membro Consiglio Amministrazione SATTI;

dal 1970 al 1980 Consigliere Provinciale con assunzione Responsabilità di Assessorato allo Sviluppo Sociale al Lavoro e ai Trasporti e Viabilità;

dal 1965 Consigliere della Città di Castellamonte per ben 30 anni;

Sindaco della Città di Castellamonte per ben tre volte 1980, 1985, 2002;

Vice Presidente Ambima Piemonte;

Presidente per 10 anni del Comitato CRI Ivrea e Canavese;

Sindaco del Parco Nazionale Gran Paradiso dal 1970 al 1980;

nel 1979 è stato eletto al Senato della Repubblica, facendo parte alle Commissioni Lavori Pubblici, Trasporti Telecomunicazioni;

Segretario della Giunta delle Elezioni e della Immunità Parlamentari;

Segretario del Gruppo PSI del Senato della Repubblica dal 1979 al 1983;

nel 1983 è stato rieletto al Senato della Repubblica nel collegio di Ivrea;

Questore del Senato;

Presidente della Commissione Bicamerale Italia - Spagna

dal 1997 al 2000 membro del Consiglio di Amministrazione Sagat;

Membro del Consiglio di Amministrazione Italgas.

InsignitoModifica

1971 Cavaliere della Repubblica Italiana;

1976 Cavaliere Ufficiale della Repubblica Italiana;

1992 Grand’Ufficiale al merito della Repubblica Italiana;

2003 Cavaliere di Gran Croce al merito della Repubblica Italiana;

2017 Cittadino Onorario della Città di Castellamonte.

OnorificenzeModifica

  Cavaliere di gran croce dell'Ordine al merito della Repubblica italiana
«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»
— 19 novembre 2003[1]

NoteModifica

Collegamenti esterniModifica