Federico Fauttilli

politico italiano
Federico Fauttili
Federico Fauttilli daticamera.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XVII
Gruppo
parlamentare
- Democrazia Solidale - Centro Democratico (Dal 10/12/2013 a fine legislatura)

In precedenza:

- Scelta Civica per l'Italia (Da inizio legislatura al 10/12/2013)

Circoscrizione Lazio 2
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Democrazia Solidale (2014-2018)
In precedenza:
SCpI (2013)
PpI (2013-2014)
Titolo di studio Laurea in Sociologia
Professione Dirigente Generale della Pubblica Amministrazione

Federico Fauttili (Priverno, 5 novembre 1948) è un politico italiano.

BiografiaModifica

Esperienze di Amministrazione pubblica e privataModifica

PROVINCIA DI LATINA Consigliere (1980-1990) e Assessore, in periodi diversi, al bilancio, alla pubblica istruzione e al personale (1984-1988)

CENTRO PER L'IGIENE INDUSTRIALE s.r.l. Membro del Consiglio di Amministrazione (1987-1990)

REGIONE LAZIO Consigliere (1990 – 1995), con funzioni di Presidente del Collegio dei revisori dei conti (1990-1993) e di Presidente della Commissione bilancio e programmazione (1993-1995)

ISTITUTO NAZIONALE NEUROLOGICO 'MONDINO' - Membro del Consiglio di Amministrazione (2008-2013)

PROMUOVI ITALIA - Membro del Consiglio di Amministrazione (2010-2013)

Esperienze professionaliModifica

PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Capo del Dipartimento per le politiche della Famiglia da giugno 2012 a marzo 2013 - Capo dell'Ufficio Nazionale per il Servizio Civile dal 20 febbraio 2012

Dipartimento per i Rapporti con il Parlamento Dirigente generale, Coordinatore dell'Ufficio per la Programmazione dei lavori parlamentari dal 1º gennaio 2010 al 19 febbraio 2012

Dipartimento per lo sviluppo e la competitività del Turismo Dirigente generale, Coordinatore dell'Ufficio per lo sviluppo del Turismo e la gestione degli interventi, dal 1º gennaio al 31 dicembre 2009

Commissario straordinario del Governo per le emergenze zootecniche Dirigente Generale, Coordinatore dell'Ufficio, da giugno 2007 al 31 dicembre 2008

Dipartimento per le politiche europee - Dirigente generale (Ambiente, Salute, Agricoltura, Mercato Interno, Informazione, Formazione) - da aprile 2002 a maggio 2008

Consigliere giuridico del Ministro della Pubblica Istruzione - 2008-2010

Attività giornalistica dal 1979, iscritto all'Albo dei Giornalisti, elenco Pubblicisti

Studi universitariModifica

UNIVERSITA' DEGLI STUDI “LA SAPIENZA” - TEL.MA. DI ROMA Facoltà di Giurisprudenza – Scienze delle pubbliche amministrazioni Laurea Magistrale in Management Pubblico e E-Government (2007) Votazione 110/110 e lode

ISTITUTO DI STUDI EUROPEI "ALCIDE DE GASPERI" DI ROMA Scuola post-universitaria Diploma di perfezionamento in Studi Europei (1999) Votazione 108/110

UNIVERSITA' DEGLI STUDI "LA SAPIENZA" DI ROMA Facoltà di Giurisprudenza Corso di perfezionamento post-universitario in Scienze Amministrative Diploma di perfezionamento (1976) Votazione 30/30 e lode

UNIVERSITA' DEGLI STUDI "LA SAPIENZA" DI ROMA Facoltà di Sociologia Laurea in Sociologia (1974) Votazione 110/110

FormazioneModifica

SSPA (Scuola Superiore per la Pubblica Amministrazione) Formazione dell'Alta Dirigenza Statale su “Information and communication technology” – (2004)

CLAYTON UNIVERSITY European Institute of Technology Master of science in communication , (2002) (iscrizione matricola n. CLM 116)

SSPA (Scuola Superiore per la Pubblica Amministrazione), ISIMM (Istituto per lo Studio dell'Innovazione nei Media e per la Multimedialità) Ciclo di Seminari su “Multimedialità e Pubblica Amministrazione”, (2002)

SIOI (Società Italiana per l'Organizzazione Internazionale) Corso su “Le nuove tecnologie dell'informazione e della comunicazione per le Relazioni Internazionali” (2002)

SCUOLA SUPERIORE DELLA PUBBLICA AMMINISTRAZIONE Seminario di studi sulla "Comunicazione pubblica" (2000)

CEMAN (Centro Studi Management Pubblico) Corso di formazione per funzionari pubblici sulla "riorganizzazione dell'Ente pubblico" (1996)

Vicende giudiziarieModifica

L'ascesa politica di Fauttilli si interrompe bruscamente nel 1993, quando viene indagato dalla Procura di Latina. Un procedimento che vede coinvolti i maggiori esponenti della politica locale del tempo e che dopo un lungo iter giudiziario ,lo vedrà essere assolto nel 2003 dalla corte d'appello di Roma su richiesta della Pubblica Accusa.

Attività PoliticaModifica

Elezione a deputatoModifica

Alle elezioni politiche del 2013 viene eletto alla Camera dei Deputati, come capolista di Scelta Civica per l'Italia nella circoscrizione Lazio 2.[1]

Dopo aver abbandonato Scelta Civica, nel 2014 aderisce ai Popolari per l'Italia, partito che abbandona nel mese di luglio dello stesso anno per partecipare alla fondazione di Democrazia Solidale.

Alle elezioni politiche del 2018 è ricandidato alla Camera nel collegio uninominale di Latina, sostenuto dal centro-sinistra: non verrà rieletto in quanto sconfitto dalla candidata di centro-destra Giorgia Meloni (41%), mentre egli ottiene solamente il 15,34%.

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica