Apri il menu principale

Fenils

frazione del comune italiano di Cesana Torinese
Fenils
frazione
Fenils – Veduta
Monte Chaberton e Fenils
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
ComuneCesana Torinese-Stemma.svg Cesana Torinese
Territorio
Coordinate44°58′59″N 6°47′52″E / 44.983056°N 6.797778°E44.983056; 6.797778 (Fenils)Coordinate: 44°58′59″N 6°47′52″E / 44.983056°N 6.797778°E44.983056; 6.797778 (Fenils)
Altitudine1 295[1] m s.l.m.
Abitanti56[2] (2001)
Altre informazioni
Cod. postale10054
Prefisso0122
Fuso orarioUTC+1
Cod. catastaleC564
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Fenils
Fenils

Fenils è una frazione del comune di Cesana Torinese situata a 1295  m s.l.m. Prima di essere aggregata a Cesana, fu capoluogo di un comune autonomo.

ToponimoModifica

In lingua francese il termine fenils è il plurale di fenil, ovvero fienile, locale dove si ritira il fieno per conservarlo[3].

Geografia fisicaModifica

La frazione Fenils è collocata nell'alta Valsusa sul fondo di un valloncello che scende dal monte Chaberton, a breve distanza dalla sua confluenza nel solco vallivo principale.

StoriaModifica

Fenils fu comune autonomo fino al 1928, anno nel quale fu unito a Cesana assieme agli ex-comuni di Désèrtes, Bousson, Mollières, Solomiac e Thures. Il codice ISTAT del comune soppresso era 001825[4], il codice catastale (valido fino al 1983) era D536[5].

 
Il campanile della parrocchiale di San Giuliano

Il borgoModifica

Fenils è diviso in due borghi: il vecchio borgo e quello nuovo.

Nel vecchio borgo, Vernin, sono presenti la parrocchia di S. Giuliano e il cimitero.

Nella parte nuova si trova una piccola chiesa, un ristorante e un piccolo museo etnografico, visitabile su prenotazione, nel quale sono esposti fotografie, attrezzi e oggetti rappresentativi della vita quotidiana e delle produzioni agricole e zootecniche tradizionali del paese.

Edifici notevoliModifica

  • Parrocchiale di San Giuliano, costruita nel 1490 in stile gotico[6] e ampliata attorno alla metà del XVIII secolo, si presenta oggi come un edificio a tre navate e con un pregevole soffitto a cassettoni.[7] Il campanile nella sua cuspide ottagonale con quattro orecchioni che la raccordano alla sottostante torre a sezione quadrata, ricorda analoghe costruzioni della zona di Briançon.[8]

NoteModifica

  1. ^ Carta Tecnica Regionale raster 1:10.000 (vers.3.0) della Regione Piemonte - 2007
  2. ^ 14º Censimento generale della popolazione e delle abitazioni, dati on-line sul sito Istat dawinci.istat.it (consultato nel febbraio 2013)
  3. ^ Fenil (n.m.)', dizionario Larousse on-line[collegamento interrotto] (consultato nel marzo 2013)
  4. ^ Istat, www3.istat.it Archiviato il 23 ottobre 2013 in Internet Archive. (consultato nel consultato nel marzo 2013)
  5. ^ Codice Catastale del Comune di:FENILS , on-line su www.ilcodicefiscale.it (consultato nel marzo 2013)
  6. ^ L'Italia dello sci, AA.VV., ed. Touring Club Italiano, Settimo Milanese, 2004
  7. ^ Cesana Torinese - Arte e Frazioni, scheda su cesanatorinese.valsusainfo.it Archiviato il 20 agosto 2014 in Internet Archive. (consultato nel marzo 2013)
  8. ^ Luoghi di interesse, pagina sul sito ufficiale del comune di Casana www.comune.cesana.to.it Archiviato il 14 ottobre 2013 in Internet Archive. (consultato nel marzo 2013)

BibliografiaModifica

  • Progetto Tesori d'Arte e Cultura alpina, Itinerari di arte religiosa alpina, Valle di Susa, Borgone Susa 2009
  • Progetto Tesori d'Arte e Cultura alpina, Itinerari di Cultura e Natura alpina, Valle di Susa, Borgone Susa 2010
  • Progetto Tesori d'Arte e Cultura alpina, Itinerari di Cultura e Natura alpina, Piana di Oulx e Valli di Cesana, Borgone Susa 2013

Collegamenti esterniModifica

  Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che parlano del Piemonte