Figli di Bubba

gruppo musicale italiano
Figli di Bubba
Paese d'origineItalia Italia
GenereRock demenziale
Periodo di attività musicale1988 – 1989
Album pubblicati1
Studio1
Live0
Raccolte0

I Figli di Bubba sono stati un gruppo musicale italiano, formato nel 1988 in occasione del 38º Festival di Sanremo.

StoriaModifica

Il gruppo si formò unicamente per la partecipazione al Festival di Sanremo. Il brano interpretato era una canzone comico-demenziale scritta da Mauro Pagani e intitolata Nella valle dei Timbales, che si piazzò al 14º posto.

La loro partecipazione ebbe il sapore della provocazione[1] nei confronti degli stereotipi sanremesi[2] e il gruppo si segnalò alla critica come pioniere della satira musicale nel contesto del Festival.[3] All'ultima serata, i Figli di Bubba abbandonarono platealmente il rispetto dell'etichetta cantando il verso "fanculo all'esclusiva, fanculo alla tivvù", il cui turpiloquio era stato autocensurato fino a quel momento dietro alla parola "saluti".[4]

Il gruppo non aveva a che fare col giornalista sportivo Giorgio Bubba.[2] Il nome del complessivo deriva da un guru immaginario, chiamato Bubba appunto, che lasciò le sue teorie filosofiche in testo sacro, la Bubbia, ancora oggi inedito e sconosciuto.

Dopo il Festival pubblicarono anche un album intitolato Essi, che raggiunse il 44º posto in classifica; il 45 giri contenente la canzone sanremese arrivò invece alla 25ª posizione in hit parade.[5]

FormazioneModifica

DiscografiaModifica

Album in studio
Singoli

NoteModifica

  1. ^ Gino Castaldo, Le canzoni di sempre ma attenti ai giovani, Repubblica, 24 febbraio 1988.
  2. ^ a b Gino Castaldo, Dai demenziali Figli di Bubba un decalogo 'anti-canzonetta', Repubblica, 25 febbraio 1988.
  3. ^ Beniamino Placido, Di quanti Frassica dispone la tv?, Repubblica, 6 marzo 1988.
  4. ^ Maria Pia Fusco, Massimo, Toto e Luca, tre modi di vincere, Repubblica, 1º marzo 1988.
  5. ^ Dario Salvatori, Storia dell'Hit Parade, Gramese, 1989, ISBN 8876054391.

Collegamenti esterniModifica

  Portale Musica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di musica