Apri il menu principale

Filippo Bellini

Pittore italiano del XVI secolo

BiografiaModifica

 
Ritratto di papa Sisto V, Musée national du château, Pau.

La sua prima opera documentata risale al 1576 ed è andata perduta. Si formò nella bottega di Federico Barocci, la cui influenza, assieme a quella degli Zuccari, fu fondamentale durante tutto il percorso pittorico dell'artista. A completare la sua vasta e composita cultura si devono aggiungere elementi emiliani, derivati dal giovane Pellegrino Tibaldi, romani e veneti, questi ultimi dovuti alla presenza di Carlo Ridolfi a Urbino nel 1590.

Attivo principalmente nelle Marche, si dedicò a grandi cicli decorativi, come nella Cappella del Santo Nome di Gesù (1592) della Basilica della Santa Casa di Loreto, a Ostra e a Fabriano.

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN90981213 · ISNI (EN0000 0000 6690 4038 · ULAN (EN500001952 · WorldCat Identities (EN90981213