Apri il menu principale
Filotecnica
StatoItalia Italia
Fondazione1865 a Milano
Fondata daIgnazio Porro
Chiusura1939 (inglobata nell'IRI)
Sede principaleMilano
GruppoSalmoiraghi & Viganò
Persone chiaveAngelo Salmoiraghi, Francesco Koristka
Prodottistrumenti ottici e di misura

La Filotecnica venne fondata nel 1865 da Ignazio Porro, con sede a Milano, per la costruzione di strumenti ottici e di misura, specialmente per uso topografico e geodetico. Successivamente, il controllo dell'azienda fu assunto da Angelo Salmoiraghi che la portò ad affermarsi come principale azienda italiana del settore con la nuova denominazione Filotecnica Salmoiraghi.

Inizialmente, più che di una vera azienda si trattava di una "scuola-officina" la cui produzione era limitata a pezzi sperimentali, unici o al massimo riprodotti in pochissimi esemplari. Nel 1870, entrò in azienda l'ingegner Angelo Salmoiraghi, che era stato allievo del Porro al Politecnico di Milano. Questi trasformò la Filotecnica in un'industria competitiva, ampliando anche i settori produttivi. Dal 1877, iniziò la produzione della prima macchina per cucire italiana. Alla fine del secolo, con la collaborazione di Francesco Koristka [1] venne ampliata e migliorata l'offerta di lenti e strumenti ottici di precisione.

Dopo la morte di Salmoiraghi (1939), l'azienda venne inglobata nell'IRI. Attualmente la società è stata accorpata nella Salmoiraghi & Viganò e la produzione di strumenti tecnico-scientifici è cessata da diversi anni[2].

Planimetro 237 della Filotecnica-Salmoiraghi

NoteModifica

  1. ^ Microscopio microbiologico completo Koristka[collegamento interrotto]
  2. ^ Storia della Salmoiraghi-Viganò, su salmoiraghievigano.it. URL consultato l'8 aprile 2014 (archiviato dall'url originale l'8 aprile 2014).

BibliografiaModifica

  • Sandro Riva, "Cammina da un secolo verso la perfezione", in Il Tempo, a. XXVII, n. 19. pag 73-76, Milano 12 maggio 1965
  Portale Aziende: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di aziende