Apri il menu principale

Finziade

sito archeologico della Sicilia
Finziade
Acropoli di Licata 02.jpg
Localizzazione
StatoItalia Italia
ComuneLicata
Amministrazione
Visitabilesi
Mappa di localizzazione

Coordinate: 37°06′00.53″N 13°55′54.19″E / 37.100146°N 13.931719°E37.100146; 13.931719

Finziade era un'antica città greca sita sulla costa meridionale della Sicilia, nell'odierno territorio di Licata, comune italiano della provincia di Agrigento.

StoriaModifica

 
Mappa di uno degli ambienti dell'acropoli

Φιντιάς: età ellenisticaModifica

Fondata nel 282 a.C. da Finzia, tiranno di Akragas, si tratta dell'ultima fondazione greca di Sicilia[1]. Della sua costruzione lasciò testimonianza Diodoro Siculo[2]:

«Finzia fondò una città e la chiamò Finziade, mandandovi a popolarla gli abitanti di Gela. La nuova città sorse presso il mare. distrusse le mura e le case di Gela e ne trasferì la popolazione a Finziade, dove aveva fatto costruire una cerchia muraria, una notevole agorà e templi degli dei.»

Il tiranno, pertanto, dopo aver distrutto la polis di Gela, ne deportò gli abitanti nella città di nuova fondazione, che da lui prese nome.

Phintia: età romanaModifica

La città è menzionata da Cicerone nell'actio secunda in Verrem[3]:

«Henna mediterranea est maxime. Coge ut ad aquam tibi, id quod summi iuris est, frumentum Hennenses admetiantur vel Phintiam vel Halaesam vel Catinam, loca inter se maxime diversa: eodem die quo iusseris deportabunt.»

NoteModifica

BibliografiaModifica

Fonti primarieModifica

Fonti secondarieModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica