Apri il menu principale
Fondazione Sicilia
Villa Zito - Veduta esterna.jpg
Villa Zito, sede della pinacoteca
TipoFondazione
Fondazione1954
ScopoAttività filantropica nei settori arte e cultura
Sede centraleItalia Palermo
Area di azioneItalia
PresidenteItalia Raffaele Bonsignore
Sito web

La Fondazione Sicilia, è una fondazione culturale, già fondazione bancaria, con sede a Palermo. Nello statuto ha come scopo lo "sviluppo sociale, culturale ed economico del territorio siciliano"[1].

Indice

StoriaModifica

Il Banco di Sicilia aveva istituito nel 1954 la "Fondazione per l'incremento economico, culturale e turistico della Sicilia Ignazio Mormino", ad opera del presidente dell'istituto Carlo Bazan[2].

Fondazione bancariaModifica

Nasce poi nel 1990 la "Fondazione Banco di Sicilia", a seguito della legge-delega Amato-Carli n. 218 del 1990 sulle banche pubbliche come il Banco di Sicilia, che dispose che gli enti bancari diventassero società per azioni, sotto il controllo di fondazioni bancarie, holding pubbliche che gestiscono il pacchetto di controllo della banca partecipata ma non possono esercitare attività bancaria. Nel 1998 divenne istituto di diritto privato.

Fondazione culturaleModifica

Nel 1999 cedette l'istituto a Unicredit Banca di Roma, mantenendo la proprietà di tutti i beni culturali e d'arte in possesso della banca, comprese le preziose collezioni del Museo della "Fondazione Mormino", nato nel 1923 ad opera dell'allora direttore generale del Banco Ignazio Mormino[3] con il Museo d'arte e archeologia Ignazio Mormino. Assorbì la fondazione Mormino, e nel 2004 anche la Fondazione Lauro Chiazzese della Sicilcassa[4]. Dal 2000 promuove il Premio Mondello[5].

Nel 2006 ha acquisito Villa Zito e Palazzo Branciforte a Palermo. E' azionista dell'Istituto dell'Enciclopedia Italiana[6]

Nel 2012, per "valorizzare la cultura dell'Isola", cambia denominazione da Fondazione BdS in "Fondazione Sicilia"[7]. Ha un patrimonio stimato di 100 milioni di euro [8]. Oggi l'unica partecipazione azionaria bancaria è lo 0,32% del gruppo Unicredit spa. Dal maggio 2016 è presidente Raffaele Bonsignore, succeduto a Gianni Puglisi, presidente dal 2005.[9]

PatrimonioModifica

PartecipazioniModifica

EventiModifica

NoteModifica

BibliografiaModifica

  • Giuseppe Quatriglio, La Fondazione Ignazio Mormino del Banco di Sicilia per l'incremento economico culturale e turistico della Sicilia, Palermo, 1964
  • Julette De La Genière, Ceramiche - Collezioni del Museo della Fondazione Mormino, Roma, 1971
  • Nino Aquila, Le collezioni della Fondazione Banco di Sicilia. I francobolli, Silvana, 2010
  • Gianni Puglisi, Palazzo Branciforte, Palermo, 2012