Apri il menu principale
Footvolley
Final do Futevôlei 03.jpg
FederazioneFederazione Internazionale di Footvolley
Inventato1965 a Rio de Janeiro
Componenti di una squadra5
Contatto
GenereMaschile e femminile
Indoor/outdooroutdoor
Campo di giocoRettangolare 18 × 9 metri
Olimpicono

Indice

StoriaModifica

Questo gioco fu ideato a Copacabana a Rio de Janeiro, in Brasile, all’inizio degli anni sessanta: alcuni spiaggianti, utilizzando un’improvvisata struttura sul pavimento adiacente la spiaggia, costituita da due pali e una corda, cominciarono a calciare la palla con i piedi, introducendo le regole prese dal beach volley. Oggi, dopo oltre 50 anni, il Footvolley in Brasile è il primo sport da spiaggia, giocato da migliaia di persone e, per la sua peculiarità, da famosi calciatori brasiliani come Aldair, Ronaldo e Ronaldinho. Gli appassionati sono talmente tanti che si è arrivati all’esigenza di costruire stadi da spiaggia permanenti, dove quotidianamente si svolgono tornei dall’alba al tramonto.

Da pochi anni, anche in Europa si stanno disputando veri e propri tornei a Nazioni, grazie all'EFVL (European Footvolley League).

Per l’Italia è uno sport relativamente nuovo che si sta affermando grazie a movimenti guidati da Associazioni Sportive Dilettantistiche come Play Footvolley, Footvolley Lazio e Footvolley Rimini, che con i numeri registrati e gli associati iscritti hanno dato il più grande contributo a livello nazionale.

Oggi oltre alle realtà consolidate di Roma e Rimini, il Footvolley continua a crescere grazie a nuovi movimenti presenti sul territorio.

RegolamentoModifica

Le regole sono prese dal Beach Volley, ma a grande differenza del volley su spiaggia, la palla può esser colpita con tutte le parti del corpo tranne mani e braccia. A livello agonistico, le competizioni si disputano sempre in doppio ossia 2 contro 2. Le partite possono essere composte da 1 o 3 set al meglio dei 15 punti o 18.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica