Apri il menu principale
La zona di frattura Diamantina marcata in rosso.

La fossa Diamantina, o zona di frattura Diamantina, è un'area situata nella parte sudorientale del fondale dell'Oceano Indiano dove sono presenti estese dorsali e fosse oceaniche.[1]

È posizionata a sud del bacino Wharton e del bacino di Perth, e a sudovest del plateau Naturaliste.

ScarpateModifica

Essendo parallela alla dorsale indiana sudorientale, la fossa Diamantina non è propriamente una zona di frattura delle placche tettoniche,[2] quanto piuttosto una scarpata che separa due pianori oceanici. Infatti la sua estensione occidentale è chiamata proprio scarpata Diamantina e rappresenta il margine meridionale della dorsale di Broken. Queste caratteristiche sono rispecchiate nella corrispondente topografia dell'altro versante della dorsale indiana sudorientale. La dorsale di Broken si è formata contemporaneamente al pianoro delle Kerguelen.

EsplorazioneModifica

I primi rilievi della fossa Diamantina furono effettuati nel 1960 dalle navi oceanografiche Velma e Argo. Il nome alla fossa fu attribuito in ricordo della nave HMAS Diamantina K377 che fece ulteriori e più approfondite indagini nel 1961.

BatimetriaModifica

 
Batimetria della fossa Diamantina

L'abisso Diamantina, con i suoi 8.047 m di profondità, è il punto più profondo dell'intera area; si trova circa 1 125 km a Ovest-Sud-Ovest della città di Perth, nell'Australia occidentale e le sue coordinate sono 35°S 104°E / 35°S 104°E-35; 104. Non è tuttavia il punto più profondo dell'Oceano Indiano che è situato nella fossa di Giava.[3]

Nel lato occidentale della fossa Diamantina, alle coordinate 33°30′S 101°20′E / 33.5°S 101.333333°E-33.5; 101.333333, si trova un'altra fossa più grande, denominata Dordrecht Hole,[2] con un'estensione nord-sud di 50 km. La sua profondità massima è di 7079 m alle coordinate 33°25′12″S 101°28′48″E / 33.42°S 101.48°E-33.42; 101.48.[4] Dordrecht era il nome dato a uno dei velieri della Compagnia olandese delle Indie orientali che esplorò la costa occidentale dell'Australia nel 1619 e scoprì l'arcipelago delle Houtman Abrolhos.

Il punto meno profondo dell'area si trova a 1.125 m nella dorsale di Broken, vicino alla dorsale Novanta Est.[5]

NoteModifica

  1. ^ Key ecological features of the South-west Marine Region Archiviato l'11 agosto 2011 in Internet Archive.
  2. ^ a b IHO-IOC GEBCO Gazetteer of Undersea Feature Names, March 2011 version; www.gebco.net (XLS), GEBCO. URL consultato il 16 novembre 2011.
  3. ^ (2009) Physical Map of the World, CIA.
  4. ^ ETOPO1 Global Relief Model, NOAA. URL consultato il 7 marzo 2012.
  5. ^ Stow, D. A. V. (2006) Oceans : an illustrated reference Chicago : University of Chicago Press, ISBN 0-226-77664-6 - page 127 for map of Indian Ocean and ridges

Collegamenti esterniModifica