Apri il menu principale

Francesca Chiavacci

attivista e politica italiana
Francesca Chiavacci
Chiavacci francesca.jpg

Deputato della Repubblica Italiana
Legislature XII, XIII
Gruppo
parlamentare
Partito Democratico della Sinistra - Democratici di Sinistra
Coalizione Progressisti - L'Ulivo
Circoscrizione Toscana
Collegio Pontassieve - Sesto Fiorentino
Incarichi parlamentari
  • Membro della Commissione Difesa
  • Membro della Commissione Affari Sociali
  • Vicepresidente della Commissione Speciale per l’Infanzia
Sito istituzionale

Dati generali
Partito politico Partito Democratico della Sinistra - Democratici di Sinistra
Titolo di studio Maturità classica
Professione libera professionista

Francesca Chiavacci (Firenze, 8 luglio 1961) è un'attivista e politica italiana, Presidente nazionale dell'ARCI.

BiografiaModifica

Inizia a svolgere attività politica nei collettivi studenteschi e successivamente, a partire dalla vicenda dei missili Cruise a Comiso, è attiva nel movimento pacifista italiano. Sin dagli anni '80 è impegnata nell'associazionismo dell'ARCI. A Firenze nel 1987 è tra le fondatrici di “Allosanfan”, associazione nata per fornire servizi agli studenti universitari e promuovere attività culturali rivolte ai più giovani.

Dall'89 al 1991 fa parte dell'Ufficio Stampa della FGCI e poi della Sinistra Giovanile.

Nel 1992 viene eletta presidente del CAM, centro attività musicali, di Firenze, associazione di promozione della didattica e produzione musicale. Nel biennio 92-93 entra nella segreteria dell'Arci di Firenze con l'incarico di responsabile delle attività culturali. Accanto all'impegno nell'associazionismo, l'attivismo nei partiti di sinistra e nelle sue organizzazioni giovanili.

Nel 1994 viene eletta alla Camera dei Deputati con il Partito Democratico della Sinistra nel collegio di Pontassieve. La carica di Deputata verrà confermata nel 1996, quando viene eletta nel collegio di Sesto Fiorentino. Nel corso della sua attività parlamentare, è stata componente della Commissione Difesa, della Commissione Affari Sociali, ha ricoperto il ruolo di Vicepresidente della Commissione Speciale per l'Infanzia ed è stata relatrice del disegno di legge sull'obiezione di coscienza. Nel 1997 entra nel CdA dell'Istituto degli Innocenti di Firenze e vi rimarrà fino al giugno del 2009. Nel 1999 viene nominata dal Comune di Sesto Fiorentino presidente dell'Istituzione per i Servizi educativi, culturali e sportivi "Sestoidee", incarico ricoperto fino al 2004.

Nel 2003 fa ritorno in Arci, rientrando nella segreteria del comitato fiorentino e occupandosi di politiche per l'infanzia. Un anno più tardi, nel 2004, è eletta Presidente di Arci Firenze al Congresso Straordinario e l'incarico viene confermato nei due Congressi ordinari successivi (2006 e 2010). Oltre a ricoprire ruoli da dirigente politico in Arci Toscana, è stata una dei componenti dell'ufficio di Presidenza Nazionale dell'Arci e della Presidenza Nazionale di UCCA.

Nel 2009 viene eletta Consigliere Comunale a Firenze nelle file del Partito Democratico, incarico che manterrà fino alle sue dimissioni nel settembre 2013. Fa parte del consiglio di amministrazione della Fondazione Water Right Foundation.

Nel giugno 2014 viene eletta Presidente nazionale dell'ARCI, carica nella quale viene confermata nel congresso nazionale del giugno 2018.

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica