Apri il menu principale

Francesco Fontana (scienziato)

astronomo italiano
Francesco Fontana

Francesco Fontana (Napoli, 1585 circa – Napoli, luglio 1656) è stato un astronomo italiano.

Indice

BiografiaModifica

Fontana acquistò popolarità come costruttore di cannocchiali kepleriani (a oculare convesso) che, sebbene capovolgessero l'immagine, risultavano più potenti di quelli galileiani (a oculare concavo).

Con tali strumenti tracciò, nel 1636, il primo disegno di Marte e ne colse la rotazione. Nel 1644 disegnò una carta della Luna. Si attribuì la scoperta del cannocchiale e del microscopio e pubblicò nel 1646 le Novae Coelestium Terrestriumque Rerum Observationes, un libello dove presentò immagini delle fasce, scorte sul disco di Giove, delle strane apparenze di Saturno nonché delle stelle della Via Lattea.

Nel 1645 affermò di aver osservato un satellite di Venere (Paul Stroobant dimostrò nel 1887 che osservazioni del tutto simili non erano relative a un presunto satellite di Venere).

Nel luglio 1656 morì di peste a Napoli insieme a tutta la numerosa famiglia.

RiconoscimentiModifica

 
Novae coelestium terrestriumque, 1646

A Francesco Fontana sono stati intitolati due crateri:

NoteModifica

BibliografiaModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN120787345 · ISNI (EN0000 0000 8013 1414 · SBN IT\ICCU\UBOV\473724 · LCCN (ENnb2001084828 · GND (DE128841796 · CERL cnp00513633 · WorldCat Identities (ENnb2001-084828