Apri il menu principale
Freisa di Chieri
Dettagli
StatoItalia Italia
Resa (uva/ettaro)80 q
Resa massima dell'uva70,0%
Titolo alcolometrico
naturale dell'uva
10,5%
Titolo alcolometrico
minimo del vino
11,0%
Estratto secco
netto minimo
20,0‰
Riconoscimento
TipoDOC
Istituito con
decreto del
20/09/1973  
Gazzetta Ufficiale del29/01/1974,
n 27
Vitigni con cui è consentito produrlo
[senza fonte]

La Freisa di Chieri è un vino DOC la cui produzione è consentita nella città metropolitana di Torino.

TipologieModifica

La Freisa di Chieri può essere commercializzata come secco o dolce, nelle versioni frizzante e spumante. Se il grado alcolometrico raggiunge i 12 gradi viene definito superiore.

Caratteristiche organoletticheModifica

  • colore: rosso rubino non troppo intenso.
  • odore: fine, che ricorda quello del lampone e della viola
  • sapore: asciutto, acidulo, che con l'invecchiamento diventa più delicato.

Cenni storiciModifica

Abbinamenti consigliatiModifica

ProduzioneModifica

ZonaModifica

Chieri, Pecetto Torinese, Pino Torinese, Pavarolo, Baldissero Torinese, Montaldo Torinese, Mombello Torinese, Andezeno, Arignano, Moriondo Torinese, Marentino, Riva presso Chieri, Torino.[1]

VolumeModifica

Provincia, stagione, volume in ettolitri

  • Torino (1990/91) 705,29
  • Torino (1991/92) 549,32
  • Torino (1992/93) 708,86
  • Torino (1993/94) 664,02
  • Torino (1994/95) 839,06
  • Torino (1995/96) 2045,79
  • Torino (1996/97) 2349,09

NoteModifica

  Portale Alcolici: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di alcolici