Frits Bolkestein

economista e politico olandese

Frederik "Frits" Bolkestein (Amsterdam, 4 aprile 1933) è un economista e politico olandese.

Frederik Bolkestein
Frits Bolkestein, 78.jpg

Commissario europeo per il mercato interno, la tassazione e l'unione doganale
Durata mandato 16 settembre 1999 –
22 novembre 2004
Presidente Romano Prodi
Predecessore Mario Monti
Successore László Kovács (Fiscalità e unione doganale) Charlie McCreevy (Mercato interno e servizi)

Dati generali
Partito politico Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia
Università Università statale dell'Oregon, London School of Economics and Political Science, Università di Leida, Università di Amsterdam e Barlaeus Gymnasium

Prende il suo nome la direttiva Bolkestein, sulla libera circolazione dei servizi in seno all'Unione europea.

BiografiaModifica

Attività politicaModifica

 
Manifestanti contro la Direttiva Bolkestein

Leader del partito liberale olandese VVD, partner dei socialdemocratici nei governi "Viola" di Wim Kok (1994-1998; 1998-2002), Ministro del Commercio Estero dell'Olanda dal 1982 al 1986, dal 1986 al 1988 "Chairman" della Commissione Atlantica nei Paesi Bassi e nel 1988-89 Ministro della Difesa. È stato capolista del VVD nel 1994 e nel 1998, ottenendo in entrambe le elezioni risultati storicamente alti ed entrando a far parte della coalizione "Viola" (PvdA-VVD-D66) dei Governi Kok I e Kok II.

È stato Commissario Europeo per il Mercato Interno, la Tassazione e l'Unione Doganale nella commissione Prodi. È stato revisore della seconda più grande industria farmaceutica del mondo, la Merck, Sharp & Dohme. È stato presidente dell'Internazionale Liberale, membro della Mont Pelerin Society. Ha lavorato per 16 anni alla Royal Dutch Shell prima di diventare General director della Chemical Shell.

Le critiche all'euroModifica

Nonostante la sua carriera nelle istituzioni europee, nel 2014 avanzò severe critiche nei confronti della gestione dell'euro e dell'eurozona[1], affermando che "L'unione monetaria ha fallito"[2][3].

OnorificenzeModifica

Onorificenze olandesiModifica

  Cavaliere dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi
— 26 agosto 1986
  Commendatore dell'Ordine di Orange-Nassau
— 20 novembre 1989
  Commendatore dell'Ordine del Leone dei Paesi Bassi
— 18 ottobre 2004

Onorificenze straniereModifica

  Gran Croce dell'Ordine al Merito di Germania (Germania)

NoteModifica

Voci correlateModifica

Altri progettiModifica

Collegamenti esterniModifica

Controllo di autoritàVIAF (EN79163795 · ISNI (EN0000 0001 0919 2078 · LCCN (ENn78070302 · GND (DE120306433 · BNF (FRcb137548527 (data) · J9U (ENHE987007453410605171 · WorldCat Identities (ENlccn-n78070302