Apri il menu principale
Fullmoon Project
miniserie a fumetti
Lingua orig.italiano
PaeseItalia
EditoreEdizioni Eden
1ª edizionesettembre 1991 – aprile 1992
Albi7 (completa)

Fullmoon Project è una miniserie di fumetti italiana di genere horror, pubblicata tra il 1991 e il 1992 dalla casa editrice milanese Eden,[1] oggi chiusa.

Storia editorialeModifica

La serie venne ideata e realizzata da un gruppo di giovani autori bresciani (Davide Longoni, Giancarlo Olivares, Mario Rossi, Gigi Simeoni, Stefano Vietti, Marco Febbrari e Fabio Pezzi, Majo e Borsoni)[2] ed è composta da sette albi autoconclusivi in formato bonelliano.[1] La serie venne interrotta inaspettatamente con il settimo numero, con un finale drammatico non inizialmente previsto e lasciato in qualche modo "aperto" a eventuali future riprese. Alcuni mesi dopo la casa editrice pubblicò delle raccolte mensili con i volumi invenduti, contenenti due albi ognuna, con titolo Il ritorno di Full Moon.

Lo stesso gruppo creò, per la casa editrice Star Comics, una space opera a fumetti con il titolo Hammer.

TramaModifica

Le trame erano costituite da racconti di genere horror-fantasy, imperniati attorno a trame poliziesche: le indagini venivano condotte da una coppia di agenti, spesso in contrasto tra loro, appartenenti a uno speciale reparto dell'FBI con sede a San Francisco che si occupava di casi insoliti e inspiegabili. La medesima formula fu sviluppata a partire dal 1993 da Chris Carter per la nota serie televisiva X-files.[senza fonte]

Elenco degli albiModifica

  1. Luna piena (Davide Longoni e Giancarlo Olivares, settembre 1991)
  2. Finestra sull'inferno (Davide Longoni e Fabio Pezzi, ottobre 1991)
  3. Bambole (Davide Longoni e Majo, novembre 1991)
  4. Nel nero (Marco Febbrari e Gigi Simeoni, gennaio 1992)
  5. Sotto il ponte di Angloulême (Stefano Vietti, Majo, Giancarlo Olivares, febbraio 1992)
  6. Lo specchio di Shaolin (Stefano Vietti, Giancarlo Olivares, Massussi, marzo 1992)
  7. La razza della notte (Davide Longoni, Marco Febbrari e Gigi Simeoni, aprile 1992)

NoteModifica

  1. ^ a b Guida Fumetto Italiano, Guida Fumetto Italiano, su www.guidafumettoitaliano.com. URL consultato il 4 ottobre 2018.
  2. ^ stefano-vietti-da-fullmoon-project-a-dragonero, su fumettodautore.com.
  Portale Fumetti: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Fumetti